Presidenti Aler da 2,1 milioni a 300mila euro

aler_como_logoRegione Lombardia soddisfatta dal risparmio sul costo delle dirigenze.

L’assessora regionale lombardo alla Casa, housing sociale e pari opportunità Paola Bulbarelli parla di un risparmio dell’85 per cento che parla di: «Una stretta a spese folle e “poltronifici”. Oggi, quello che fino a poco fa era un auspicio è realtà. I cinque nuovi presidenti costeranno infatti 296.000 euro, a fronte degli oltre 2 milioni di euro dei vecchi Consigli di amministrazione».

«Per Milano l’indennità di carica del presidente è pari a quella di carica del consigliere regionale (6.327 euro lordi per 12 mensilità), per Brescia e Varese è pari all’80 per cento, per Bergamo al 70 per cento e per Pavia al 60 per cento» precisa una nota regionale a cui Bulabarelli aggiunge «Abbiamo deciso di parametrarle al lavoro che sono chiamati a fare i nuovi presidenti e alle dimensioni dell’Azienda, tenuto conto il patrimonio immobiliare di ciascuna di esse».

Il neoeletto presidente dell’Aler di Varese, Busto Arsizio, Monza, Como Mario Angelo Sala prenderà quindi una indennità lorda annuale di 60.739 euro, al posto dei vecchi Cda di Varese (216.521 euro), Busto Arsizio (85.302 euro), Monza (113.562 euro) e Como (119.616 euro).

«Il prossimo passo – termina l’assessora che prevede un sopraluogo nelle singole Aler nei prossimi giorni – sarà quello della nomina dei direttori generali delle Aziende», i cui «compensi saranno rivisti al ribasso e saranno stabiliti dalla Giunta regionale nelle prossime settimane». «Dovranno essere scelti per le loro capacità, non per l’appartenenza politica – è l’auspicio – e avranno un compito non certo facile». [md – ecoinformazioni]

1 thought on “Presidenti Aler da 2,1 milioni a 300mila euro

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: