Comitato Lombardo Antifascista

Il Comitato lombardo antifascista partecipa a “E questo è il fiore”

«Como, manifestazione antifascista 09 dicembre 2017 / Il Comitato lombardo antifascista esprime solidarietà alla Rete Como Senza frontiere, partecipa ed invita a partecipare alla manifestazione “E questo è il fiore” che si terrà sabato 09 dicembre dalle ore 11:00 alle ore 14:00 a Como Lungo lago Mafalda di Savoia.

fatti di Como ci indignano ma non ci stupiscono. Da tempo il nostro Comitato è impegnato nel monitoraggio e nella denuncia dei rigurgiti neofascisti che, sopratutto in Lombardia, trasformata in un “laboratorio” dell’estrema destra, arriva anche alle amministrazioni locali con l’appoggio politico della Lega. L’assessore appartenente a Lealtà Azione, eletto a Monza con una lista a guida Lega Nord, ne è prova schiacciante ma non è purtroppo un caso isolato.

Le modalità delle azioni sono sempre più frequenti e di natura squadrista e la battaglia contro la cosiddetta “invasione” è per i neofascisti e neonazisti divenuto un pericolosissimo cavallo di battaglia alimentato dalle politiche migratorie italiane ed europee totalmente inadeguate.

Da anni chiediamo, inascoltati, la messa fuori legge di tutte le organizzazioni neofasciste e neonaziste. A questo fine abbiamo anche lanciato nel dicembre 2015 una petizione popolare che ha raccolto più di 40.000 sottoscrizioni nella sola Lombardia.

Per tutte queste ragioni il Comitato Lombardo Antifascista sarà in Piazza sabato 9 dicembre con il proprio striscione, al fianco della Rete Como Senza frontiere ed invita tutte e tutti le/i sue/i aderenti e simpatizzanti a mobilitarsi. Ora e sempre Resistenza. [Comitato lombardo antifascista]

 

Forza Nuova rinuncia al festival Boreal a Cantù: la mobilitazione paga

Il Comitato Lombardo Antifascista e L’Osservatorio Democratico sulle nuove destre commentano così, in un comunicato che riportiamo integralmente, la sospensione del festival Boreal 2017 a Cantù, che si preannunciava come la riunione delle peggiori destre europee.

«Apprendiamo con grande soddisfazione da un comunicato stampa di Forza Nuova – Lario / condiviso sulla pagina facebook di Forza Nuova Lombardia che, il gruppo di estrema destra, ha suo malgrado deciso di rinunciare all’edizione 2017 del “Festival Boreal” prevista per i prossimi 1,2 e 3 settembre a Cantù (CO).

Come ogni anno, nelle ultime settimane, contro questa ennesima provocazione antidemocratica autorizzata dall’amministrazione comunale di Cantù si è messa in campo una grande mobilitazione sia territoriale che non, che ha visto protagoniste tutte le organizzazione democratiche, antifasciste che si riconoscono nei valori della Costituzione nata dalla Resistenza.

Il Comitato Lombardo Antifascista (a cui fa capo il Comitato Como Antifascista) insieme all’Osservatorio Democratico sulle nuove destre ha alzato il tiro lanciando una petizione che chiedesse al Sindaco Arosio ed alla sua giunta la revoca dei permessi di utilizzo di uno spazio pubblico, il Campo Solare, da poco intitolato ai Partigiani Canturini, da parte di una formazione neofascista come è Forza Nuova.

L’obbiettivo che ci eravamo dati per poi chiedere un incontro al Sindaco era stato quello di 500 firme, che è stato praticamente raddoppiato molto prima di chiudere la raccolta.

Ieri una nostra delegazione ha protocollato in Comune una lettera contenete la richiesta di incontro con il Sindaco e l’Assessore alla legalità. Oggi arriva la smentita del festival neofascista.

Che gli organizzatori abbiano temuto l’andare a buon fine della nostra richiesta ed abbiano deciso di rinunciare prima di vedersi i permessi revocati ? Non lo sapremo mai, ciò che sappiamo per certo però è che mentre nel comunicato di oggi Forza Nuova afferma di non aver mai pubblicizzato l’evento sui loro siti e sulle loro pagine web perché loro stessi non erano certi di svolgere il “Boreal 2017”  per ragioni di tempi stretti, le dichiarazioni alla stampa delle scorse settimane affermano tutt’altro. Insomma, forse le istanze territoriali e regionali di Forza Nuova hanno seri problemi di comunicazione o forse no, chi lo sa……

La cosa realmente importante è che dopo quattro anni di agibilità politica regalata da Cantù ad un Partito che si riconosce nei disvalori del più oscuro ventennio della storia del nostro Paese, il 2017 segna l’inizio del ritorno della Democrazia.

Il Campo Solare – intitolato ai Partigiani Canturini è salvo.

Cantù, 24 agosto 2017

Il Comitato Lombardo Antifascista

L’Osservatorio Democratico sulle nuove destre»

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: