Italicum

11, 12 giugno/ referendum, mobilitazione straordinaria

ballando sotto le firme

I prossimi 11 e 12 giugno il Comitato referendario per l’abrogazione delle norme sull’Italicum e per il No alle modifiche costituzionali promuove una mobilitazione straordinaria per raccogliere le firme.

Il Comitato chiede a tutte e tutti un impegno davvero straordinario per queste due giornate al fine di poter raggiungere tempestivamente il quorum indispensabile di 500.000 firme per ciascuno dei tre referendum, due abrogativi sull’Italicum e quello sulla Costituzione, ed esprimere così un netto NO, risultato tanto più necessario per contrastare il tentativo di Renzi e del governo di scippare l’iniziativa referendaria promossa.

Dobbiamo quindi allargare al massimo la mobilitazione per raccogliere le firme nelle due giornate e concentrare nella giornata dell’11 manifestazioni ed iniziative ovunque sia possibile. E ciò per informare, spiegare le ragioni del nostro NO nel referendum costituzionale e l’intreccio strettissimo con la critica di fondo all’Italicum fin troppo simile al Porcellum.

 

25 aprile/ Renzo Pigni per la Costituzione contro l’Italicum

pigniitalicumvertRenzo Pigni ha sottoscritto  con convinzione le richieste di referendum contro l’Italicum al banchetto allestito dal Coordinamento democrazia costituzionale il 25 aprile al Monumento alla resitenza europea. Per l’ex sindaco di Como è infatti pessima la nuova legge elettorale detta “Italicum”. Anche l’intervento dal palco per l’Anpi di Pino Gallo ha in due passi (vedi video) evidenziato perché essere per la  Resistenza oggi è essere contro l’Italicum e contro la riforma costituzionale Renzi-Boschi.

 

20 aprile/ Si firma a Porta Torre

firme socialeAppuntamento mercoledì 20 aprile dalle 9,30 alle 13  a Porta Torre a Como  per firmare i referendum contro l’Italicum, il tassello elettorale dell’involuzione della democrazia fortemente voluta dal governo Renzi nella speranza (peraltro fondata su calcoli sbagliati) di assicurarsi con una legge truffa la maggioranza senza averla alle elezioni.  

13 aprile/ Si firma a Albate

Italicum AAppuntamento mercoledì 13 aprile dalle 10 alle 13,30  al mercato di Albate  per firmare i referendum contro l’Italicum, il tassello elettorale dell’involuzione della democrazia fortemente voluta dal governo Renzi nella speranza (peraltro fondata su calcoli sbagliati) di assicurarsi con una legge truffa la maggioranza senza averla alle elezioni.  Al banchetto del Coordinamento Democrazia e Costituzione saranno disponibili i materiali per il Sì al referendum del 17 aprile. 

Lorella Zanardo/ Bloccare l’Italicum al Senato

lorellazanardoLorella Zanardo, la capolista alle europee nel collegio centro di L’altra Europa con Tsipras che terrà giovedì 13 marzo alle 20,30 a Villa Olmo  a Como una conferenza organizzata dal Comune di Como sul tema della violazione dei diritti delle donne, interviene e con una lettera aperta alle parlamentari determinata dall’Italicum. La legge elettorale anticostituzionale approvata alla Camera dei deputati grazia all’unità di intenti di Renzi e Berlusconi e con la  riproposizione in aula della fronda di coloro che avevano affossato la candidatura Prodi a presidente della Repubblica deve trovare per Zanardo un’adeguato contrasto delle donne: «Ogni mezzo è lecito: si tratti di bloccare l’Italicum al Senato, di occupare il Parlamento o di rinnegare i compagni di partito: la missione a cui sono chiamate è un salto culturale definitivo per il Paese che dia giusta rappresentanza a quell’enorme numero di donne, la maggioranza della popolazione, che sono ingiustamente sottorappresentate in Parlamento». Leggi l’articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: