! maggio

Prc/ Il primo maggio non si vende

prc
Rifondazione comunista invita al boicottaggio dei negozi aperti il Primo maggio in aperto contrasto con i diritti del lavoro e la Costituzione che sul lavro fonda la Repubblica.

«Centri commerciali aperti il Primo Maggio, Tavecchio e Baggi (Prc/Se Como): “Ancora una volta negozi e centri commerciali aperti nella giornata del Primo Maggio. Invitiamo al boicottaggio, la festa dei lavoratori non si vende”. Apprendiamo che anche quest’anno centri commerciali e negozi rimarranno aperti, nella provincia di Como ed in tutto il Paese, durante la giornata della Festa dei Lavoratori.
Sempre più spesso, nel nome di una degenerata e degenerante mentalità neoliberista ed in forza alla spregiudicata liberalizzazione delle aperture delle aree commerciali nelle giornate di festività, le lavoratrici ed i lavoratori del commercio si trovano a doversi recare nel luogo di lavoro durante giornate come il 25 Aprile ed il Primo Maggio.
Ciò è inammissibile, soprattutto alla luce del fatto che il reclutamento di lavoratrici e lavoratori avviene mediante l’arma del ricatto e viene fatto passare per una “prestazione volontaria di lavoro straordinario.”
A questo proposito invitiamo tutte e tutti le/i nostre/i iscritte/i e simpatizzanti a boicottare senza indugio e per sempre tutti i negozi che rimarranno aperti nella giornata di domani.
Il Primo Maggio è la festa dei Lavoratori e la festa NON SI VENDE.
Come Federazione Provinciale di Como del Partito della Rifondazione comunsta / Sinistra europea aderiamo e parteciperemo alla manifestazione indetta dalle sigle sindacali confederali che partirà da Como Via Milano alle 9,30 all’altezza del’ istituto Pessina ed invitiamo tutta la cittadinanza alla massima partecipazione». [Tavecchio e Baggi, Prc/Se Como]

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: