Il Consiglio di stato ha annullato la decisone del Tar lombardo

Esultano Anci e Regione Lombardia dopo il pronunciamento favorevole del Consiglio di stato che conferma la facoltà dei Comuni di scegliere al proprio interno l’autorità competente per la Valutazione di impatto ambientale durante la formulazione dei Piano di governo del territorio

«Con sentenza 133/2011 il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso del Comune di Cermenate (CO) e della Regione Lombardia, in cui Anci Lombardia si era costituita “ad adiuvandum” e ha annullato la sentenza del Tar 1526/2010» spiega una nota dell’Associazione dei Comuni lombardi

«Di un successo importante per i Comuni, per i cittadini e per le imprese, che vedono riconosciuta la legittimità degli atti finora adottati nella predisposizione delle Valutazioni Ambientali Strategiche dei Pgt» ha parlato la presidente del Dipartimento lavori pubblici di Anci Lombardia Federica Bernardi, mentre per il presidente lombardo di Anci Attilio Fontana: «È una sentenza giusta nella forma e nella sostanza, perché finalmente fa chiarezza e permette ai Comuni di procedere con l’approvazione dei loro piani di governo del territorio». «La sentenza del Consiglio di stato conferma quindi la bontà e l’efficacia della norma regionale – ha aggiunto l’assessore regionale al territorio e urbanistica Daniele Belotti – e cancella i dubbi del Tar sul Pgt di Cermenate».

 

3 thoughts on “Il Consiglio di stato ha annullato la decisone del Tar lombardo

  1. La decisione del CdS sancisce il diritto dei “signorotti locali” ad entrare in politica per “tutelare” i propri interessi a discapito di quelli altrui e della comunità.

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: