Como ha firmato un accordo di collaborazione con Yverdon les Bains

Ricerca e sviluppo di ingegneria, robotica, mobilità, acqua ed energia gli ambiti di un accordo con il comune elvetico per i prossimi cinque anni

Palazzo Cernezzi giovedì 10 febbraio ha firmato un accordo di collaborazione con il Comune vodese di Yverdon les Bains. Firmatari due sindaci Stefano Bruni e Daniel Von Siebenthal.

«I punti di incontro tra le due città sono molti – per i due primi cittadini – e questo accordo pone le basi per far nascere e sviluppare un’importante capacità di progettazione. I temi in agenda sono quelli dello sviluppo cittadino e abbracciano tutti i campi da quello turistico a quello della mobilità, da quello dell’energia a quello dell’ambiente».

«L’accordo nasce da una proposta avanzata dall’associazione Waterfront, un’associazione senza scopo di lucro per la Ricerca e lo Sviluppo di progetti per la valorizzazione del patrimonio naturale, storico, scientifico e tecnologico urbano, fondata il 1 marzo 2010 da Black-Out (associazione svizzera per lo sviluppo del territorio) e da Urbano Creativo (start up innovativa specializzata nei settori dell’Urbanistica e della Mobilità urbana con sede presso l’incubatore del Politecnico di Milano – sede di Como) – spiega il Comune di Como –. Obiettivo dell’associazione è estendere il network delle città d’acqua dolce, coinvolgendo altre città europee con caratteristiche storiche, ambientali, sociali ed economiche simili, per condividere programmi ed esperienze in progetti di sviluppo turistico, ambientale, accademico, culturale, tecnologico, istituzionale ed economico».

«Da qui, appunto, la proposta di collaborazione tra le municipalità sui progetti di Waterfront legati al: Project Management (Green City management), Sviluppo del concetto di città intelligente “Smart City”, Produzione di energia verde (Green Energy), Robotica, Turismo e Produzioni locali» per il periodo dal 2011 al 2016 (la delibera; l’accordo).

 

I progetti

Comune di Como

«Progetto City Runner Comunicazione multimodale in città

La città di Como si impegna a sostenere la sperimentazione dei sistemi tecnologici di comunicazione pubblica multimediale attraverso la messa a disposizione dei propri spazi e del sostegno degli uffici.

Progetto NoBits Per la riduzione del Digital Divide

La città di Como si impegna a sostenere attraverso i propri canali di comunicazione la promozione del progetto negli ambiti della sperimentazione efficace: famiglie, associazioni e strutture di accoglienza per anziani.

La Città di Como si propone, inoltre, di diventare ambito territoriale di ricerca e sviluppo di progetti di ingegneria e robotica legati al Monitoraggio della qualità delle acque, alla Mobilità sull’acqua e sulla micronizzazione dei sensori, di cui ai progetti sotto riportati, attraverso le azioni che saranno successivamente individuate.

Progetto Solyd Boat Boat sharing elettrico per la mobilità individuale

Robot Autotelematic RAMA

Rob-eau Wetbotics sciame di robot acquatici

 

Comune di Yverdon-les-Bains

VERY Valorizzazione delle imbarcazioni romane di Yverdon-les-Bains

Il Comune di Yverdon-les-Bains si impegna a concedere al Comune di Como l’utilizzo sperimentale della strumentazione hardware e software, e delle competenze acquisite durante la progettazione e l’applicazione del progetto Very, teso alla diagnostica per immagini di reperti archeologici attraverso la tecnologia laser.

Il progetto può essere sperimentato sul territorio comasco, in particolare per l’analisi dei reperti patrimonio nel Museo Civico di Como e in particolare dal Laboratorio di Archeobiologia del Museo comasco.

A fronte dell’impegno della città di Yverdon-les-Bains nell’organizzazione del Corso Universitario estivo Progetto Université dété 2011, per la progettazione di Green City, città sostenibili, in cui sarà riservata la partecipazione completamente gratuita per gli studenti provenienti da Como, e durante la quale sarà possibile mettere a punto progetti di interesse anche per la città lariana, la Città di Como si impegna a sostenere il progetto con la Comunicazione attraverso i propri canali e l’istituzione di due borse di studio finalizzate alle spese di viaggio per raggiungere Yverdon-les-Bains.

La città di Yverdon-les-Bains apre alla Città di Como il progetto di International Engineer Contest WEC 2.0 Concorso internazionale di Ingegneria in occasione della World Engineering Convention di Ginevra di Settembre 2011, per la condivisione dei risultati e della eventuale sperimentazione degli stessi, a fronte dell’impegno del Comune di Como al sostegno attivo e alla promozione del Concorso attraverso i propri canali di comunicazione».

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: