Guerra in Libia/ L’Arci è contro

L’Arci è «Con le lotte per la democrazia, con i diritti dei migranti contro l’intervento militare» .«Cosa c’entrano gli attacchi aerei su mezzi terrestri con una no-fly zone? – continua la nota dell’Arci nazionale – Neppure è cominciata, la no-fly zone, ed è subito attacco militare. Avevamo appena finito di denunciare i grandi rischi connessi al dispositivo militare della risoluzione Onu. E il vertice di Parigi ha deciso di correrli tutti, subito e volontariamente, iniziando un intervento militare aperto sul campo. Il via libera alla no-fly zone ha dato fiato alle trombe di chi non vedeva l’ora di dimostrare una responsabilità europea finora dimenticata mettendo a disposizione basi, aerei soldati. Alle impegnative parti della risoluzione ONU legate all’iniziativa politica non c’è chi faccia cenno».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: