In arrivo la Parada par Tücc 2011

La presentazione dell’edizione 2011 della Parada par Tücc e si terrà alle 21 di mercoledì 23 marzo nella sala di Confocooperative in via Martino Anzi 8 a Como: insieme all’iniziativa sarà presentato il programma di laboratori rivolti alla cittadinanza. La prossima Parada sarà sabato 28 maggio e, a differenza delle due precedenti edizioni, la Parada di quest’anno sarà contraddistinta da un tema unificante: Tempo al tempoUna connotazione che allude al tempo atmosferico, al tempo cronologico, a quello della vita quotidiana e a quello che dovremmo avere o trovare per realizzare le nostre aspirazioni come persone e cittadini. La Parada Par Tücc è un progetto sociale che utilizza l’arte e la creatività come elementi di unione e aggregazione. Un percorso partecipato e fondato sui valori della gratuità, libertà ed ecologia che prende vita da una serie di laboratori artistici gratuiti offerti alla cittadinanza e trova la sua espressione in una sfilata cittadina. La Parada Par Tücc è un’occasione di cittadinanza attiva in cui reti persone e associazioni partecipano alla costruzione della città.

Come di consueto, il titolo della manifestazione è doppiamente evocativo: se da una parte l’arte che avanza fa riferimento al corteo artistico di cui si compone la Parada, dall’altro si allude al desiderio di coinvolgere anche le espressioni creative marginali, periferiche, quelle che “avanzano”. Il progetto Parada par tücc, infatti, ha tra i suoi scopi la creazione di un tessuto urbano coeso, capace di includere anche le aree più distanti dal centro: non solo quindi le periferie fisiche, ma anche quelle sociali. La Parada Par Tücc è promossa dal Centro Servizi per il Volontariato  di Como.

Elenco dei laboratori:

Percussioni Samba

Capoeira

Percussioni afro

Danza afro

Ukulele

Trampoli

Teatro Urban Action

Laboratorio teatrale per bimbi (Luminanda)

Laboratorio teatrale per bimbi (Assoc. Celim Erba)

Laboratorio teatrale per bimbi (Teatro Popolare)

Laboratorio costumi

Bolas

Monociclo

Fotografia

Fotografia di Strada

Teatro e bodypainting

Baldanze

A questi si aggiungono i tre laboratori permanenti: sartoria, scenografia, ciclofficina.

Per informazioni sui luoghi e le date di svolgimento e le modalità di partecipazione, consultare la sezione “laboratori” sul sito http://www.paradapartucc.it

Tempo al tempo

«Che cos’è dunque il tempo? Se nessuno me lo chiede, lo so; se voglio spiegarlo a chi me lo chiede, non lo so più. » Sant Agostino

Sono molte le connotazioni che si possono dare al tempo. Eccone alcune a cui si ispirerà la Parada par Tücc 2011

-il tempo che passa: secondi, minuti,ore,giorni,stagioni, orologi,clessidre, meridiane, pendole, calendari,ora solare fuso orario,

-tempo meteo: sole, luna, nuvole, pioggia, grandine, neve, ombrelloni, creme solari occhiali da sole, sci, slittini…

-tempi musicali: tenere il tempo, canzone in tre tempi, ritmo…

-tempi tecnici: tempi della macchina fotografica, tempi di cotture, motori a 4 tempi, ingranaggi, lancette, pausa, allarmi, timer…

-tempi storici: futuro, passato, presente, macchina del tempo, ere geologiche, epoche, avanti o indietro nel tempo…

-altri tempi: fazzoletti tempo, esseri senza tempo,  tempo che fugge, ammazzare il tempo, perdere tempo, temporaneo, non vedere l’ora…

La lettera di invito alla Parada par Tücc 2011 – invito all’incontro di presentazione

Con la presente vi invitiamo a partecipare alla presentazione della terza edizione del progetto Parada par Tücc – L’arte che avanza che si terrà mercoledì 23 marzo 2011 alle ore 21.00 nella sala conferenze di Confcooperative in via Martino Anzi 8 a Como.

La Parata par Tücc è un progetto che coinvolgerà, tra aprile e maggio 2011, le organizzazioni di volontariato, associazioni, gruppi informali e i singoli cittadini in alcuni laboratori finalizzati alla realizzazione di una sfilata artistica che animerà la città di Como il 28  maggio 2011.

A differenza delle due precedenti edizioni, la Parada di quest’anno sarà contraddistinta da un tema unificante: Tempo al tempo. Una connotazione che allude al tempo atmosferico, al tempo cronologico, a quello della vita quotidiana e a quello che dovremmo avere o trovare per realizzare le nostre aspirazioni come persone e cittadini, al di là del tempo del dovere.

La Parada non è solo una manifestazione artistica, è un progetto sociale che utilizza l’arte e la creatività come elementi di unione e aggregazione. Un percorso partecipato e fondato sui valori della gratuità, libertà ed ecologia che prende vita da una serie di laboratori artistici gratuiti offerti alla cittadinanza e trova la sua espressione in una sfilata cittadina. La Parada Par Tücc è un’occasione di cittadinanza attiva in cui reti persone e associazioni partecipano alla costruzione della città.

Il titolo della manifestazione è doppiamente evocativo: se da una parte l’arte che avanza fa riferimento al corteo artistico di cui si compone la Parada, dall’altro si allude al desiderio di coinvolgere anche le espressioni creative marginali, periferiche, quelle che “avanzano”. Il progetto Parada par Tücc, infatti, ha tra i suoi scopi la creazione di un tessuto urbano coeso, capace di includere anche le aree più distanti dal centro: non solo quindi le periferie fisiche, ma anche quelle sociali.

Le due precedenti edizioni (30 maggio 2009 e 5 giugno 2010) si sono concretizzate in cortei partecipati ed eterogenei che hanno coinvolto più di mille persone ad edizione e hanno mostrato molte delle potenzialità artistiche e trasformative della nostra città e delle persone che la abitano.

Per questo, l’energia e l’entusiasmo che sostiene il progetto non si esaurisce e anzi continua a sostenerci nel desiderio di coinvolgere sempre più persone e realtà.

Per le organizzazioni coinvolte la Parada sarà l’occasione per realizzare un momento di visibilità, stabilire relazioni positive con altri soggetti del territorio e con esperienze trans-europee, promuovere la coesione sociale attraverso il coinvolgimento di fasce della popolazione che hanno meno occasioni di relazione e collaborazione.

Inoltre la Parada intende promuovere la cultura della solidarietà attraverso il potenziamento dell’informazione e della partecipazione al volontariato, in un’ottica di educazione civile e sociale. Il progetto infatti mette in connessione associazionismo e cittadini stimolando un cambiamento nel reciproco modo di percepirsi e rapportarsi.

I cittadini potranno sensibilizzarsi al tema della diversità, della convivenza civile e della cittadinanza attiva attraverso la possibilità di utilizzare forme espressive fondate su brevi percorsi artistici e di vivere gli spazi urbani da protagonisti, sviluppando così un sentimento di appartenenza che si declini in cura e tutela della cosa pubblica.

Principi

La Parada si fonda su tre principi fondamentali: l’ecologia: saranno esclusi motori ed energia elettrica e si preferirà l’utilizzo di materiale da riciclo; la gratuità: tutte le attività collegate alla Parada saranno senza scopo di lucro e realizzate gratuitamente o con budget minimi, la libertà: la Parada è di tutti coloro che collaboreranno alla sua realizzazione, senza etichette, sarà aperta all’intera cittadinanza per offrire a tutti l’opportunità di scendere nello spazio pubblico mostrando differenze e somiglianze attraverso l’arte e la creatività.

Organizzazione

Per realizzare la Parada verrà istituto un comitato che curi i diversi aspetti organizzativi della manifestazione e ne assicuri uno sviluppo armonico, consentendo ad ogni partecipante di cogliere la dimensione d’insieme del percorso. Saranno inoltre creati dei sottogruppi che si prendano carico di singoli aspetti legati alla Parada (es. reperimento di spazi idonei ai laboratori e loro gestione e coordinamento; comunicazione e promozione dell’evento; cura delle relazioni con le istituzioni; logistica del percorso e utilizzo di supporti adeguati alla sua segnalazione; direzione artistica…).

Laboratori

La Parada prende vita dai prodotti (performance, installazioni, ecc…) realizzati nei percorsi laboratoriali attivati nei mesi precedenti la Parada stessa. I laboratori saranno condotti da maestri qualificati che condivideranno gratuitamente le proprie competenze artistiche in momenti di apprendimento e di socializzazione, mentre agli allievi sarà chiesta la partecipazione costante ai laboratori e alla Parada. I percorsi artistici verteranno sugli argomenti più vari come: danza (break-dance, balli e danze folkloristiche ed etniche, danza contemporanea…), musica (percussioni etniche, bande, musiche popolari), arti di strada circensi, teatro…. Saranno anche attivati percorsi di “servizio” come quello di costumi, di documentazione foto-video, e di costruzione dei carri della Parada.

I laboratori saranno anche l’occasione per promuovere tra i partecipanti i valori alla base della Parada: rispetto, condivisione, gioco, ecologia, gratuità. I corsi avranno durata variabile dai 4 agli 8 incontri. La partecipazione è gratuita e sarà possibile iscriversi ad un solo percorso.

La Parada inoltre sarà aperta a tutte le organizzazioni di volontariato, gruppi informali, associazioni, singoli cittadini che avranno un prodotto da portare, o che vorranno parteciparvi, aderendo ai principi su cui la Parada si fonda.

Martino Villani

Como,12 marzo 2011

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: