Sprofonda il lungolago? Bruni: «Non c’è alcun pericolo!»

Questa estate si interverrà sui cedimenti della darsena sul lungolago comasco cercando di non chiudere la strada e il sindaco spera di ripristinare la passeggiata

«Non c’è alcun pericolo di crollo per la darsena sul lungolago – ha dichiarato il primo cittadino comasco dopo i cedimenti denunciati dalla stampa locale – La soletta mostra gli anni che ha ed è danneggiata, ma non c’è alcun pericolo di crollo».

La colpa quindi è dell’età e Bruni si è lanciato in una difesa d’ufficio: «i danni non sono in alcun modo collegati al cantiere delle paratie».

«Dovremo intervenire, certo, – ha precisato il sindaco del capoluogo comasco – e per evitare che tale intervento possa comportare la chiusura del lungolago è stato affidato un incarico ad un professionista esterno», Lorenzo Jurina, professore di Tecnica delle costruzioni alla Facoltà di architettura del Politecnico.

Di fronte all’ennesima figuraccia per l’amministrazione comasca, sull’ormai eterno cantiere delle paratie, Bruni ha dichiarato di sperare di «riuscire a far riaprire il lungolago», come precisa una nota di Palazzo Cernezzi, «nonostante i numerosi ostacoli normativi, burocratici ed economici». Mentre «sul fronte delle indagini in corso da parte della magistratura [la Corte dei conti sta indagando sull’aumento delle spese del progetto] il primo cittadino ha espresso soddisfazione e tranquillità».

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: