Il centrodestra vende Como

Nuovo passo del centrodestra lombardo e lariano verso la mercificazione totale di tutto, città comprese, Como compresa. Un passo avanti nell’idea mostruosa di trasformare la Città murata in un grande centro commerciale all’aperto, una campagna pubblicitaria per invogliare i ticinesi a venire a spendere nel capoluogo lariano.

Un nuovo marchio per promuovere le compere in Città murata Shopincomo e uno slogan: «Vai dove ti porta il Franco, a Como conviene. Arte, cultura e shopping nel centro commerciale più bello d’Italia con oltre 1.000 tra negozi e locali», così si presenterà ai ticinesi la nuova proposta commerciale comasca.

Paga la Regione dato che, come viene precisato da Palazzo Cernezzi, «Il marchio rappresenta un’inedita alleanza tra pubblico e privato che da tre anni, grazie ai cospicui finanziamenti regionali, sta organizzando in città tramite un’agenzia, le azioni di sostegno al commercio in piena sinergia con il turismo».

Una indagine di Camera di Commercio con il centro Volta e la collaborazione di Bennet e Comune di Como ha visto che «se nelle immediate vicinanze della frontiera nei centri commerciali approda il 14% dei clienti dal Ticino, questi arrivano poi a Como per un 7% con un potenziale quindi ancora inespresso e con condizioni favorevoli tali da poter aumentare ulteriormente la quota».

Perciò dato che «oggi il cambio tra Euro e Franco è favorevole, il cittadino elvetico può recuperare l’Iva e inoltre la campagna consente attraverso la Welcomocard di ottenere da un circuito di negozi aderenti il 10% di sconto sulla spesa».

Ecco come si pensa di intervenire per invogliare i vicini svizzeri ad acquistare a Como: «LA CAMPAGNA. Affissioni, inserzioni sui principali quotidiani ticinesi, spot radiofonici sulle due principali emettenti elvetiche, pubblicità sul sito Ticinonline e 50mila brochure consegnate ad altrettante famiglie tra Chiasso e Lugano con la tessera omaggio per ottenere gli sconti sono gli ingredienti della imponente campagna promozionale che partirà a maggio. Già una cinquantina sono i negozi compresi nel circuito della Welcomocard e da lunedì 4 aprile al via, con le hostess di Shopincomo un’ulteriore campagna di adesione. Con la stessa card cartacea che scadrà al 31 maggio si potrà acquistare al prezzo promozionale di 3 euro agli Infopoint turistici quella di validità annuale. Oggi la card consente anche sconti per trasporti, musei, alberghi coniugando dunque, secondo la moderna logica europea, offerta commerciale e turistica. NUOVA CARTELLONISTICA. Proprio a maggio in città saranno installati 40 nuovi totem che sostituiranno la vecchia e vandalizzata cartellonistica turistica. Un progetto realizzato da uno studio di architettura locale sulla falsa riga del modello londinese e che sarà realizzato da una ditta leader in Italia. Ad essa si assocerà la distribuzione di cartine informative (30mila l’anno per 3 anni). Una comunicazione turistica, ma anche commerciale, con l’elenco delle vetrine per ogni via dello shopping. Uno studio scientifico che ha verificato flussi, percorsi, posizione e affollamento dei punti vendita così da guidare il visitatore lungo itinerari non solo turistici (15 e scaricabili anche da QR Code), ma anche commerciali. L’incarico alla ditta prevede una manutenzione per ben 5 anni e il rinnovo ogni sei mesi dei dati. LE VIE DELLA SETA. Sempre da maggio dieci installazioni artistiche luminose progettate ad hoc ospiteranno una mostra itinerante per le vie dello shopping con tessuti storici e un percorso visivo di grande fascino offerto per quest’anno da Mantero. Illuminate a led e posizione in luoghi strategici condurranno il visitatore dal lungolago al museo della seta evidenziando la principale vocazione del centro commerciale naturale (il 27% della merceologia venduta), ovvero moda e abbigliamento. IL KINDERHEIM. A pieno regime per tutti i pomeriggi di sabato sarà anche offerto un kinderheim in piazza Martinelli attrezzato per laboratori creativi e spettacoli animati dal Teatro dei Burattini di Como e offerto gratis ai piccoli che saranno accuditi mentre gli adulti si dedicano in libertà allo shopping. Ai piccoli sarà anche offerta la merenda. L’AGENZIA. Tutte queste iniziative sono coordinate dalla nuova agenzia di distretto, frutto della collaborazione tra Comune, Camera di Commercio, Csu e Confcommercio e coordinata dal manager di distretto, il dirigente del settore Attività Produttive, Marco Fumagalli». (la brochure)

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: