Il govermo “rinuncia” al nucleare/ Prime reazioni del Comitato comasco Sì per fermare il nucleare

Paolo Di Adamo, coordinatore del Comitato comasco per il Sì per fermare il nucleare appenna ricevuta la notizia della decisone del governo inserita nel decreto Omnibus dichiara: «Il pericolo è ancora più grave. Con questa mossa se viene portata a termine si glissa sul referendum e, dopo le elezioni amministrative, se le destre vincono, allora possono con un pò di tempo a ripresentare la legge. Il referendum acqua potrebbe in questo caso avere minor possibilità di quorum. Se bloccano il referendum sul nucleare, con questo meschino imbroglio,  dobbiamo mettercela tutta, ancor più di tutta per i Sì per l’acqua, intensificando la Campagna già progettata per il quorum». Leggi nel seguito del post la decisione del governo.
Il Governo dice stop al programma sul nucleare. La moratoria già  prevista nel decreto legge omnibus diventa,una cancellazione dei programmidei nuovi impianti. Con un emendamento al decreto legge omnibus presentato in Aula al Senato, l’Esecutivo propone «l’abrogazione di disposizioni relative alla realizzazione di nuovi impianti nucleari». Al fine di acquisire ulteriori evidenze scientifiche, si legge nell’emendamento, «non si procede alla definizione e attuazione del programma di localizzazione, realizzazione ed esercizio nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia elettrica nucleare». L’emendamento, secondo alcuni ambienti parlamentari, avrebbe anche l’effetto di superare il referendum sul nucleare che incombe a giugno.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: