«La mozione è passata con numeri inferiori ai votanti e inferiori alla maggioranza assoluta»

Questa la debole difesa dell’assessore leghista Peverelli da parte del sindaco Stefano Bruni che omette di ricordare che la maggioranza ha abbandonato l’aula nel Consiglio comunale del 16 giugno senza rimanere a sostenere il proprio assessore

 «Ribadisco massima stima e fiducia nella persona e nell’operato dell’assessore Diego Peverelli – ha precisato il primo cittadino – Visto che non tutti i consiglieri votanti hanno espresso la loro sfiducia verso l’assessore (infatti in Consiglio Comunale hanno votato a favore della mozione di sfiducia solo 14 consiglieri), considerando poi l’esiguità del numero di consiglieri che hanno deciso di prendere parte alla votazione (solo 20 su 40), appena sufficienti a garantire il numero legale, tutto ciò mi fa ritenere assolutamente non sfiduciato l’assessore e, quindi, a maggior ragione, conto, ribadendogli la massima fiducia, di riuscire a convincerlo a restare in squadra con me fino alla fine del mandato».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: