Piccoli borghi

Un progetto del PolisMaker Lab del Politecnico di Milano, Fondazione provinciale con Univercomo

«L’obiettivo è quello di attivare processi di rinascita territoriale attraverso il recupero delle identità locali» per contrastare lo spopolamento dei piccoli borghi del lago di Como «con la conseguenza di un indebolimento del bagaglio storico e culturale delle popolazioni che vi risiedono».

«Tale recupero di valori e tradizioni si può rivelare anche determinante per il rilancio economico di quelle zone – spiega un comunicato – grazie alla creazione di nuovi posti di lavoro legati ad un turismo in grado di attrarre visitatori interessati a conoscere a vivere la cultura del posto».

Un progetto che può interessare molto la provincia comasca dato che ben «il 40% degli abitanti (37.666 su 590.050) risiede in Comuni con una popolazione inferiore ai 5.000 membri, e il 12,63% (74.538) in quelli con una popolazione residente inferiore a 2000 (ISTAT 2009)».

Una ripresa che vuole passare attraverso molteplici passaggi: «la tutela dei beni di interesse artistico e storico; l’incremento delle attività collegate al settore edilizio; il decongestionamento delle località turistiche tradizionali nei periodi di maggior frequentazione; la valorizzazione dei prodotti tipici attraverso l’individuazione di marchi di denominazione di origine controllata; la valorizzazione ambientale di luoghi altrimenti poco tutelati; una maggiore consapevolezza della sicurezza geologica di tali siti al fine di prevenire fenomeni calamitosi».

La ricerca ha preso come campione Nesso e «su tale modello sono state sviluppate le tecniche di intervento che si potranno applicare a tutti i piccoli borghi, dislocati specialmente lungo il nostro lago ma anche al di fuori della provincia di Como». (la presentazione) [md – ecoinformazioni]

1 thought on “Piccoli borghi

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: