Fds comasca e Sinistra Como contro il rincaro dei trasporti

«Riteniamo che la mobilità a Como debba essere garantita per le fasce di reddito più basse e che non si possa fare cassa sulla necessità dei cittadini di spostarsi» dichiara la Federazione della sinistra lariana

 Di «Disaccordo con la decisione di innalzare le tariffe dei biglietti del trasporto pubblico – parlano in un comunicato la Federazione della sinistra di Como e sinistra Como riferendosi all’adeguamento Istat voluto da Palazzo Cernezzi dopo un provvedimento analogo di Regione Lombardia –. Non è possibile parlare di adeguamento dei prezzi all’inflazione dal momento che il prezzo del titolo di viaggio per il trasporto pubblico nel Comune di Milano, che offre un numero decisamente maggiore di mezzi pubblici, sarebbe inferiore rispetto a quello comasco (il biglietto urbano a tempo costerebbe 1 euro in più – 2,50 contro 1,50 – per una validità inferiore)».

«Chiediamo che si adottino tutte le misure necessarie al fine di incentivare il trasporto pubblico – conclude la nota –, abbassando i costi e investendo nel potenziamento del servizio anche attraverso lo sviluppo in mezzi a metano, che produrrebbero tra l’altro un risparmio in termini di costo del carburante e di minor impatto ambientale, o la creazione di nuove linee che possano andare a coprire tracciati e vie non percorse sino ad ora». [md – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: