Cooperazione internazionale in Senegal con I bambini di Ornella

comunecomobambini di ornellaIl Comune di Como propone uno stage di 25 giorni a Kelle per un giovane tra i 20 e i 30 anni. Domande entro il 22 febbraio

Si tratta di: «Una borsa di cooperazione destinata a giovani interessati ai temi dei diritti umani, della pace, dell’intercultura e della cooperazione internazionale». Il è disponibile sul sito del Comune www.comune.como.it (Albo Pretorio on-line/Bandi e altri atti/ Bandi di concorso/ Relazioni Internazionali – Borsa di cooperazione internazionale 2012- Senegal).

«I Bambini di Ornella è una onlus fondata nel 2005 che opera sul territorio di Como in stretta collaborazione con la sua gemella Les Enfants d’Ornella con sede nel villaggio di Kelle, in Senegal – spiega il Comune di Como –. Le sue principali attività sono rivolte ai talibè, bambini affidati ai maestri religiosi che si trovano a vivere in condizioni estremamente precarie e ai bambini di spiaggia, che vivono di espedienti senza avere la possibilità di ricevere un’educazione adeguata».

«La borsa di cooperazione è destinata a un/a giovane di età compresa fra i 20 e i 30 anni, per uno stage formativo della durata di circa 25 giorni, a Kelle, in Senegal – precisa il comunicato –. Il/la giovane sarà inserito all’interno delle attività svolte nel Centro Quadroni, che affronta la problematica della scolarizzazione e alfabetizzazione».

«Il Centro Quadroni svolge attività di carattere educativo rivolte ai bambini della comunità locale, comprese anche attività di carattere ludico, corsi di danza, percussione, teatro – ma non solo –. È prevista, inoltre, la realizzazione di un orto scolastico che sarà gestito direttamente dai ragazzi che frequentano il centro; un laboratorio artistico musicale, l’apertura di una scuola di sartoria. Tutte le attività del progetto sono svolte in stretta collaborazione con gli abitanti del villaggio, attualmente la gestione del centro è affidata ad operatori locali ai quali è offerta una formazione e la possibilità di partecipare a stage professionali».

«La borsa di cooperazione coprirà le spese di viaggio, visto di ingresso, vitto, alloggio – precisa Palazzo Cernezzi, e –. Ogni spesa extra sarà a carico del partecipante».

Le domande, indirizzate all’Ufficio relazioni internazionali, devono giungere all’Ufficio protocollo del Comune di Como entro venerdì 22 febbraio alle 12 «o essere spedite, per raccomandata con ricevuta di ritorno (farà fede il timbro postale)».

Per informazioni tel. 031.252057, e-mail relazioniinternazionali@comune.como.it. [md – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: