La violenza e il coraggio. L’Anpi a Milano

_DSC1276Il coordinamento donne Anpi, con il sostegno dell’Anpi nazionale e il patrocinio del comune di Milano, ha tenuto sabato 16 marzo nella sala Alessi di Palazzo Marino, un convegno sul ruolo delle donne nella Resistenza. L’appuntamento, che ha visto una notevole partecipazione,  è il secondo di una serie ideata per riqualificare e far conoscere il valore e l’importanza della presenza femminile nei movimenti di liberazione, nella Resistenza e nella ricostruzione.  L’apertura della giornata è affidata a Monica Minnozzi, responsabile del coordinamento, che dopo aver ricordato Teresa Mattei, ultima donna facente parte della Costituente appena scomparsa, ha passato la parola a Lidia Menapace, partigiana e pacifista che con esempi di attualità ha denunciato come la Costituzione non sia tutt’oggi ancora pienamente attuata. “Noi abbiamo fatto la Resistenza per una convinzione personale profonda e non con il solo scopo di seguire i nostri uomini in montagna”-sostiene la Menapace-“L’antifascismo va tenuto vivo, sopratutto di questi tempi”. Carlo Smuraglia, presidente nazionale dell’Anpi, prende la parola dichiarando quanto il coordinamento donne sia importante  e supportato dal nazionale. “C’è bisogno di un mutamento culturale e, per farlo, serve l’aiuto di tutti, per questo è importante che al convegno non partecipino solo donne, ma anche uomini e giovani”. “Viviamo un concepimento diverso di violenza, soprattutto verso le donne e questo è un problema culturale. L’Anpi deve farsi portatrice oltre che della memoria, anche di un impegno per la salvagurdia dei diritti.” Guarda i video dell’intervento di Smuraglia 1 e 2. Guarda le fotografie del convegno. [Jlenia Luraschi – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: