Paco-Sel/ Creare le condizioni per apprezzare la Ztl

paco selPieno sostegno di Paco-Sel all’allargamento della Ztl ma «la scelta poteva essere realizzata con un approccio più lento e condiviso e con una tempistica più cauta, coordinandola con la riqualificazione delle aree liberate dalle auto, ad esempio piazza Roma». Leggi nel seguito il testo del comunicato.

«Paco-Sel ha sostenuto e sostiene l’estensione della ZTL, un provvedimento utile alla città di Como. Il progetto di limitare il traffico in convalle è stato un elemento qualificante della campagna elettorale, una delle ragioni per le quali, insieme agli altri soggetti politici della coalizione di Mario Lucini, abbiamo avuto il sostegno dell’elettorato e vinto le elezioni.

L’impegnativa decisione dell’allargamento della ZTL è stata preparata dal Sindaco e dalla Giunta con una lunga riflessione e con numerosi incontri con i cittadini e le cittadine che vivono in città, con chi in centro città lavora, con sindacati, associazioni di categoria.

Questa scelta è stata avversata, come spesso succede quando si prendono decisioni innovative che impongono trasformazioni culturali, ma anche sostenuta da tanti, non altrettanto rumorosi, pareri favorevoli. Le diverse posizioni sono testimoniate dalle manifestazioni dei commercianti contrari e da attestati di stima e prese di posizione favorevoli di numerosi cittadini.

Paco-Sel, da sempre forza dialogante, preoccupata per la divisione creatasi in città, chiede ai commercianti, che hanno manifestato vivacemente, di passare dalla protesta, alla proposta. È una falsità e non giova a nessuno, anzi è contro l’interesse di tutti, descrivere Como come una città chiusa.

Noi vogliamo che Como sia accogliente, attenta, che favorisca la mobilità dolce, che permetta l’accesso alle persone con differenti disabilità, eliminando le barriere architettoniche che ancora ostacolano la libertà di movimento, che sia una città viva, bella per cittadini e turisti.

Pensiamo che sia opportuno sviluppare l’impegno per animare piazze e vie del centro e delle periferie con manifestazioni in tutte le stagioni, per renderla più vivibile a tutte le età per cittadini e visitatori.

Tuttavia, come ha già segnalato il nostro consigliere Vincenzo Sapere, la scelta di allargare la ZTL poteva essere realizzata con un approccio più lento e condiviso e con una tempistica più cauta, coordinandola con la riqualificazione delle aree liberate dalle auto, ad esempio piazza Roma.

Ora occorre che si creino le condizioni che permettano a tutti di apprezzare l’ampliamento della ZTL: attenzione ai parcheggi, che andrebbero pubblicizzati su tutte le vie di accesso alla città; miglioramento del trasporto pubblico con azioni moderatrici dei costi per gli utenti saltuari e abituali, con ulteriori promozioni parcheggio più bus; biglietti gratuiti in particolari occasioni. Per incentivare l’uso del trasporto pubblico è necessario far sì che l’utente trovi pensiline coperte, illuminate, che possa facilmente acquistare il biglietto. Tutto ciò dovrà rientrare nel bando di gara per l’affidamento del trasporto pubblico.

È utile contestualmente favorire anche l’uso del treno. La nostra città dispone di due reti ferroviarie con numerose fermate nell’area urbana e un capolinea, nei pressi dell’imbarcadero che permetterebbe lo sviluppo dell’uso integrato, da pubblicizzare di treno, battello, bus.

La scelta di estendere la ZTL in convalle, deve affiancarsi a interventi nelle periferie. Vanno attuate anche in periferia interventi per la mobilità dolce con piste ciclabili, spazi pedonali, un’attenta realizzazione di “zone trenta”. Inoltre con l’auspicato spostamento delle attività sanitarie nella Cittadella Sanitaria nell’ex Ospedale Sant’Anna si otterrebbe meno traffico in città, rivitalizzando il quartiere di Camerlata.

Oltre che favorire il trasporto pubblico, è importante incentivare ulteriormente l’uso dell’autosilo Valmulini, con abbonamenti trimestrali (troppi 300 euro in un’unica soluzione) e ulteriori promozioni.

Siamo convinti che, anche con il nostro impegno, il Sindaco e la Giunta, valuteranno attentamente tutte le sollecitazioni pervenute e che perverranno per far sì che Como sia la città di tutti, di tutte, realizzando tassello dopo tassello un mosaico condiviso». [Paco-Sel]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: