Alessandro Tarpini segretario della Cgil di Como

Tarpini-CongressoIl direttivo provinciale della Camera del Lavoro lo ha rieletto per il secondo mandato: «Dobbiamo uscire dalla trincea, ce lo impone la nostra storia»

«Troppo spesso siamo stati in trincea – ha detto Tarpini – e questa non può essere la nostra prospettiva, stare troppo a lungo in trincea fa perdere di senso, impigrisce, allontana dalla realtà. Una realtà che cambia, lo fa velocemente e spesso a prescindere da noi. La nostra prospettiva deve diventare la frontiera dell’innovazione e del cambiamento, ce lo impone la nostra funzione, il nostro ruolo e anche la nostra storia di cui giustamente andiamo orgogliosi».
«Ringrazio – ha concluso Tarpini – chi lavora nelle categorie per il difficilissimo lavoro di questi anni difficili, nelle strutture a tutela individuale messe ogni giorno a dura prova da carichi di lavoro crescenti, nel Clas, un approdo riconosciuto per i migranti del nostro territorio, in Sunia e Federconsumatori, le volontarie ed i volontari di Auser Como che hanno da poco festeggiati i 20 anni di attività e che inaugureranno in aprile la nuova sede provinciale. Ringrazio le persone che in Camera del Lavoro ogni giorno svolgono attività tecniche preziose e fondamentali, i nostri giovani che danno ogni giorno prova di competenza, e grazie alle centinaia di delegate e di delegati, per il prezioso e difficile lavoro che svolgono ogni giorno, spesso in condizioni difficilissime. Grazie a tutte e tutti voi, che permettete ogni giorno il funzionamento di una macchina tanto complessa quanto indispensabile per le persone che rappresentiamo». [Andrea Quadroni, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: