Tavolo monitoraggio Arcisate-Stabio

arcisate-stabioEsito positivo, i tempi sono «sostanzialmente» rispettati.

 

«Un sostanziale rispetto del cronoprogramma dei lavori e un buon avanzamento delle procedure amministrative avviate al Cipe – annuncia una nota di Regione Lombardia –. Questi i principali esiti del Tavolo di monitoraggio dei lavori per il completamento del nuovo collegamento ferroviario Arcisate-Stabio che si è svolto [giovedì 12 giugno] a Palazzo Lombardia convocato e presieduto dall’assessore alle Infrastrutture e mobilità Alberto Cavalli, alla presenza dei rappresentanti di Rfi, Italferr, dell’impresa appaltatrice e dei sindaci di Arcisate, Angelo Pierobon, e di Induno Olona Marco Cavallin, in video collegamento da Varese».

«Regione Lombardia ha ribadito l’importanza che riveste l’opera non solo dal punto di vista trasportistico, ma anche per i benefici economici e sociali attesi per i territori transfrontalieri interessati – prosegue il comunicato –. Le parti coinvolte, dal canto loro, hanno espresso soddisfazione per il lavoro fin qui svolto per la mediazione tra le parti, stazione appaltante e appaltatore, per il supporto tecnico e amministrativo nella risoluzione delle principali problematiche operative. Regione Lombardia continuerà pertanto a svolgere il proprio ruolo fino all’attivazione del servizio ferroviario di questa nuova linea transfrontaliera».

«La Regione ha ribadito inoltre l’importanza di una collaborazione stretta al fine di completare al più presto i lavori affinché i territori interessati dai cantiere non solo possano essere sollevati dai disagi sopportati da tempo per la presenza dei cantieri – termina lo scritto –, ma possano anche beneficiare dei vantaggi economici sociali e ambientali di questa nuova linea ferroviaria. È stato poi convocato per dopodomani [sabato 14 giugno] un incontro tecnico per la presentazione e l’esame del progetto di ri-ambientalizzazione dei siti che riceveranno le terre dell’Arcisate». [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: