Palazzo Cernezzi: Si prosegue sul Regolamento per la Iuc

3 COMO COMUNEInizia la discussione sui molti emendemamenti presentati al documento propedeutico al Bilancio.

 

Molti gli interventi preliminari al Consiglio comunale di Como di lunedì 7 luglio. Francesco Scopelliti, Ncd, ha portato in aula una brochure della notte bianca di Blevio «per il vostro immobilismo ci prendono anche scherzosamente in giro “Como dorme” è scritto qui», mentre Marco Butti, Gruppo misto, ha chiesto di avere risposte nei tempi prescritti dal Regolamento alle proprie interrogazioni e Laura Bordoli, Ncd, ha chiesto lumi sulla gestione dei cimiteri, ritornando sul licenziamento di alcuni addetti a tempo determinato e citando disservizi incorsi dopo uno sciopero, «non si possono parcheggiare le persone», con una preoccupazione per il futuro «in previsione verrà appaltato il servizio all’esterno, possibile che non si riesca a fare altro? Che non ci siano la possibilità di una gestione interna?» La consigliera ha anche chiesto chiarimenti sul crollo al Tempio voltiano «perché nei primi momenti non sono state subito approntate delle barriere ed è stato consentito l’accesso?». Luca Ceruti, M5s, ha invece presentato due mozioni, una, per cui ha richiesto la trattazione con urgenza, per chiedere di partecipare al fondo statale dell’8 per mille per la ristrutturazione delle strutture scolastiche (la mozione), l’altra per prendere posizione contro il sistema dei dote scuola per «attivarsi per avanzare formale richiesta alla Giunta della Regione Lombardia, una correzione della normativa risultando il provvedimento pregiudizievole e discriminante per gli studenti delle scuole statali» (la mozione). Per ultimo Alessandro Rapinese, Adesso Como, ha presentato una interrogazione su Ztl e posteggi. «Sono stati tolti i posteggi blu in piazza Roma, quelli bianchi in convalle e aumentate le tariffe, la Giunta Lucini è quella che ha aumentato maggiormente la tassazione nella storia di Como» ha detto rilevando come dall’inizio dei provvedimenti ci sia stato un solo beneficiario l’autosilo Valduce, passato da 951mila euro a 1milione e 353mila con un aumento del 37 per cento degli introiti. «Forse il sindaco si è confuso quando parlava di rilancio dell’autosilo – ha concluso ironicamente Rapinese – fra Valmulini e Valduce».

 

Regolamento per l’Imposta comunale unica

Dopo l’appello la seduta è incominciata con la fine della discussione del Regolamento per l’Imposta comunale unica iniziata in quella precedente. «Non abbiamo il quadro d’insieme – si è lamentata Bordoli – ad ogni modo siamo a un livello di tassazione mai visto, solo l’Irpef raddoppia da 5,5 a 11 milioni».

Nella replica il sindaco Mario Lucini, come assessore al Bilancio, si è scusato per i ritardi nella presentazione dei documenti e nell’essere arrivati solo ora alla discussione ricordando «l’eccessiva variabilità delle norme» che bloccano il normale agire della macchina comunale. Il primo cittadino ha poi proposto all’aula una sospensiva per discutere con i proponenti i primi 11 emendamenti presentati nella seduta precedente, altri 25 si sono sommati e sono stati valutati dai revisori, due in teleconferenza, nel corso della serata. Una proposta apprezzata da molti esponenti dell’opposizione, ma non tutti e non avendo trovato un accordo si è passati in rivista gli emendamenti uno ad uno come di consueto. Sui 18 affrontati solo quattro sono stati approvati, agevolare le start up di imprese innovative, presentato da Butti, esentare dalla Tari gli edifici inagibili, una riduzione per gli spazi non più utilizzati dalle aziende in difficoltà con cassa integrazione, presentati da Ada Mantovani, Adesso Como, e togliere l’esenzione dalla Tasi agli immobili non venduti, presentato da Vincenzo Sapere, Paco-Sel: «Gli immobili a Como per l’80 per cento sono delle banche». All’avvicinarsi della mezzanotte la seduta è stata quindi, come di consueto, sospesa. [Michele Donegana, ecoinformazioni]

1 thought on “Palazzo Cernezzi: Si prosegue sul Regolamento per la Iuc

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: