Giorno: 12 Luglio 2014

15 luglio/ In fondo al tuo cuore

in fondo al tuo cuoreInferno per il commissario Ricciardi (Einaudi), presentazione del libro con l’autore, Maurizio De Giovanni, che dialogherà con il Dario Campione, Corriere di Como, martedì 15 luglio alle 18 alla libreria Ubik in piazza S. Fedele a Como.

 

«Maurizio De Giovanni è un autore napoletano arrivato alla scrittura quasi per gioco, partecipando ad un concorso letterario al quale lo iscrissero nel 2005 i suoi colleghi bancari – precisa la presentazione –. Da quel giorno – in cui vinse, naturalmente – di strada ne ha fatte parecchia: alla serie del suo Commissario Ricciardi, seguito da un pubblico di affezionatissimi e sempre più numerosi lettori, si è aggiunta quella della squadra dei “bastardi” di Pizzofalcone. Oggi è tradotto in Germania, Inghilterra, Spagna, Russia, Danimarca e Stati Uniti. Il 2 luglio scorso è uscito il suo nuovo romanzo, In fondo al tuo cuoreedito da Einaudi, il settimo della serie legata a Ricciardi, certamente uno dei suoi libri più riusciti. A confermarlo anche le classifiche che lo vedono, a pochi giorni dalla pubblicazione, già ai primi posti tra i più venduti. Arriva con il caldo questa nuova storia, come caldo è l’inferno che deve attraversare Ricciardi in una Napoli “che ha il sapore del ghiaccio e l’odore del mare, ma può anche avere il colore nero della morte”». [md, ecoinformazioni]

Estrema destra ancora in piazza/ L’Anpi di Como richiama le istituzioni cittadine

ANPI COMO LOGOSabato 12 luglio, il gruppo di estrema destra Militia ha tenuto  un banchetto a Largo Miglio a Como. Dalle 15 il presidio ospitava Alberto Arrighi per una conferenza informativa sulla situazione tra Russia, Ucraina e Crimea. La sezione Anpi cittadina, con un comunicato, richiama ancora l’attenzione delle istituzioni sulla inopportunita’ della concessione di spazi pubblici a soggetti della destra estrema.  «A Como, per l’ennesima volta, è stata concessa una piazza della città ad un’organizzazione di estrema destra. Oggi è il turno dell’associazione Militia che, cercando di rendersi accettabile anche attraverso un volto animalista (vedi la recente raccolta di cibo e materiale per il canile di Erba), propaganda in realtà sul suo sito internet il culto di Mussolini e del fascismo, onora carnefici nazisti come Priebke,  disprezza il 25 aprile giorno della Liberazione e i valori democratici. Riteniamo sconcertante questa decisione dell’Amministrazione comunale, anche alla luce del fatto che le realtà di estrema destra sfruttano la scarsa attenzione che le Istituzioni pongono nei confronti del pericolo neofascista, ottenendo nei fatti una sorta di riconoscimento ad esistere nella sfera pubblica della società, per poi diffondere principi e valori contrari alla Costituzione e alle Istituzioni democratiche stesse. Crediamo che concedere spazi pubblici a questi soggetti, ponendo come argomentazione il principio della libertà di espressione, significa stravolgere il principio stesso, deformando lo spirito antifascista che pervade la Carta costituzionale, per cui lottarono donne e uomini della Resistenza. Sig. Sindaco, concedere o meno luoghi pubblici non è una mera e semplice questione burocratica. Le chiediamo una volta di più di dare concretezza all’antifascismo, facendo in modo che non rimanga solo un valore celebrato sul palco del 25 aprile e in poche altre occasioni. La città di Como, sede del Monumento alla Resistenza europea, non può più tollerare simili manifestazioni di nostalgici del fascismo. Facciamo appello alla sensibilità democratica di questa Amministrazione, affinché si faccia portatrice di una modifica al regolamento comunale, in modo che venga vietata la concessione di spazi pubblici a tutti quei soggetti che diffondono valori razzisti, omofobi, xenofobi, che inneggiano al nazifascismo e che non si riconoscono nei valori inscritti nella Costituzione.» [Anpi sezione di Como Perugino Perugini]

So long, Tommy Ramone

20130128_tommy_ramone_91«And that’s it; they’re all gone. Joey, Johnny, Dee Dee and now Tommy» 

Tommy Ramone, all’anagrafe Thomas Erdelyi, ultimo componente originale della punk band ancora vivente, è morto venerdì 11 luglio nella sua casa di Ridgewood Queens (New York). Aveva 62 anni e da tempo era in cura per un cancro al sistema biliare. Sipario chiuso, quindi, sulla formazione originaria dei Ramones. A testimonianza dell’influenza e importanza che hanno avuto nella musica contemporanea, il bassista dei Potage – famoso gruppo punk locale – Sandro Sench Bianchi  scrive:«4 su 4, se n’è andato anche Tàmas Ederlyi, figlio di ebrei ungheresi immigrati a Forest Hills, dopo aver resistito una dozzina o una decina d’anni più degli altri. Senza mai arrivare al top della fama, hanno lasciato un’impronta enorme nella quotidianità della nostra epoca. Di questo mi piace parlare, dopo aver notato come, anche nei contesti più improbabili, capitasse frequentemente d’incontrare qualcuno con addosso una maglietta dei Ramones. Goodbye Tommy Ramone, e saluta quegli altri cazzari dei tuoi fratellini. Non so se siete mai stati consapevoli di quanto avete dato ad una miriade di esseri umani, nel nostro universo spaziotemporale. E quanto sono belle queste note, e questa dedica finale a tre ragazzacci che ti prendevano continuamente per il culo». La canzone è I wanna be your boyfriend. [Andrea Quadroni, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: