Seminario nazionale Costruttori di Pace

pacecolombaComo sarà presenta ad Assisi il 12 e il 13 settembre rappresentata dal consigliere Mario Forlano.

 

«Il 12 e il 13 settembre si svolgerà ad Assisi, presso la sala stampa del Sacro convento di San Francesco, il Seminario nazionale di preparazione della Marcia Perugia-Assisi per la Pace e la fraternità Costruttori di Pace, organizzato dal Coordinamento nazionale enti locali per la Pace e i Diritti umani – ricorda Palazzo Cernezzi –. L’amministrazione comunale, che ha aderito al Coordinamento nel marzo 2013, parteciperà al seminario, rappresentata dal consigliere comunale Mario Forlano. Venerdì 12 settembre, alla prima sessione del seminario Cosa sta succedendo nel mondo?, seguirà alle 20.30 una fiaccolata per i caduti e le vittime di tutte le guerre, organizzata alla vigilia della visita di papa Francesco al sacrario di Redipuglia, a cento anni dalla Prima guerra mondiale. Il programma di sabato prevede due momenti di incontro: 19 ottobre 2014: Diamo voce alla domanda di Pace e … dopo la PerugiAssisi».

Più nello specifico: «Il seminario sarà l’occasione per riflettere sui percorsi che sono stati promossi nel corso dell’ultimo anno (le marce, i percorsi educativi, le campagne…), tracciare i nuovi programmi, rilanciare la campagna per il riconoscimento del diritto alla Pace e riflettere sull’agenda politica della Pace e sui problemi più urgenti da affrontare (guerre, migrazioni…). L’incontro consentirà inoltre di organizzare la Marcia Perugia-Assisi del 19 ottobre, la partecipazione delle scuole, dei giovani e delle città: sarà infatti la scuola la protagonista della tradizionale marcia. Il progetto 100 scuole per la pace e la fraternità, promosso dal Coordinamento nazionale enti locali per la Pace e i Diritti umani, dalla Rete nazionale delle scuole per la Pace e i Diritti umani, dalla Tavola della Pace e dalla Rete della PerugiAssisi, prevede il coinvolgimento di 100 scuole di ogni parte d’Italia, chiamate ad animare i momenti salienti della giornata con interventi, letture, poesie, cartelli, striscioni, musica e balli».

«I meeting nazionali sono importanti occasioni di riflessione e confronto, ma è fondamentale che si cominci a costruire la pace localmente, a partire dalla scuola, che è sempre più multietnica – dichiara il consigliere comunale di Como civica Mario Forlano –. È necessario promuovere tra i ragazzi la conoscenza e il rispetto dell’altro, l’integrazione, l’educazione alla Pace e ai Diritti umani. È solo partendo dai più giovani che possiamo sperare di costruire un mondo migliore. Rinnovo l’invito a tutti i cittadini, alle scuole e alle associazioni a partecipare a queste esperienze uniche di cittadinanza attiva, di partecipazione civile e di crescita». [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: