ecoinformazioni on air/ Tonnellate di detriti

logo ecopopIl servizio del 14 ottobre di Michele Donegana per Radio popolare. Ascolta il servizio audio.Leggi il testo. Il maltempo imperversa su Como e i forti acquazzoni degli ultimi giorni hanno provocato diversi disagi. Paese più colpito Blevio dove sono state evacuate anche alcune famiglie, allagamenti in altre parti della provincia, come a Asnago o nello stesso capoluogo a causa dell’ingrossamento della Roggia Valduce. E a Como si è assistito anche alla ormai consueta fuoriuscita di liquami in piazza Cavour. Proprio in riva al lago nel bacino che, come di consueto, si è riempito di tonnellate di detriti: legname, fogliame e rifiuti portati a valle dai torrenti che scendono impetuosi dalle montagne lariane. Una situazione critica con un’immensa distesa di rifiuti che dovranno essere rimossi. Ma l’operazione potrà essere difficoltosa. Già all’inizio dell’estate sono sorte polemiche fra Palazzo Cernezzi e Villa Saporiti. Il battello spazzino della Provincia, in comodato d’uso al Comune, era in riparazione ed è l’unico che può entrare all’interno della diga foranea. L’Amministrazione provinciale secondo la convenzione, che terminerà a metà 2015, garantisce la manutenzione del natante, i costi del carburante e la metà dei costi di smaltimento dei detriti fino a un massimo di 35mila euro iva esclusa. E proprio le spese sono un problema, sia per Palazzo Cernezzi, sia per Villa Saporiti, che ha già annunciato di non avere più fondi. [Michele Donegana, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: