Vigile di quartiere, traffico zero

COMO COMUNEComo dice sì, la maggioranza a Palazzo Cernezzi appoggia le mozioni del’opposizone.

 

Preliminari

Nelle preliminari al Consiglio comunale di Como di lunedì 20 ottobre Luigi Nessi, Paco-Sel, ha ripreso l’accenno e ribadito la propria contrarietà all’accordo di libero scambio fra Stati uniti e Unione europea che rischia di rivelarsi «un attacco ai servizi sociali, con l’omologazione a quelli statunitensi e la perdita di garanzie ora esistenti nell’Unione europea», mente Mario Forlano, Como civica, ha ricordato la partecipazione alla Marcia della Pace. Marco Butti, Gruppo misto, ha chiesto di sollecitare Enel per poter terminare i lavori in via San Giacomo a Sagnino e riportato i dati sull’affluenza alla mostra di Villa Olmo: «In picchiata dal 7 di settembre quando avrebbe dovuto salire data l’affluenza delle scuole». Sulla trasparenza è invece intervenuta Eva Cariboni, Amo la mia città, per quanto riguarda «il bando sprint per gli eventi natalizi», dichiarando di non avere intento polemico la consigliera della lista civica ha chiesto retoricamente se i poteva fare meglio.

 

Vigile di quartiere

Insediata l’Assemblea è quindi ripresa la discussione sulla mozione delle opposizioni per la introduzione del vigile di quartiere presentata da Mario Molteni, Per Como. Quasi tutti d’accordo da maggioranza a opposizione. Solo Luigi Nessi ha fatto dei distinguo sulla concezione di sicurezza, ricordanza l’importanza di quella sociale, Italo Nessi, Como civica, ha invece chiesto di non illudere i cittadini, non essendoci abbastanza personale e un contesto atto a supportare effettivamente la cittadinanza, un problema quello della mancanza di personale ribadito anche dall’altro consigliere di Paco-Sel Vincenzo Sapere. Possibilista il capogruppo del Pd Andrea Luppi che ha proposto di provare qualche intervento solo in qualche quartiere, mentre il neo assessore Paolo Frisoni, competente anche per il Bilancio, ha ricordato le ristrettezze economiche dell’Amministrazione e la mancanza di personale «qualche anno fa i vigili erano 120 ora sono circa 80», ma prospettato la possibilità di aumentare le pattuglie notturne; ora nel capoluogo da mezzanotte alle 6 del mattino non è attiva nessuna presenza di polizia locale. Molteni nella replica ha ricordato l’aumento dei furti in appartamento e auspicato la tolleranza zero contro i writers. Al voto maggioranza, salvo qualche astensione, e opposizione hanno votato a favore della proposta, contraria solo la maggioranza di Como civica (Forlano, Selis, Tettamanti, Soldarini) e Sapere.

 

Traffico zero

Luca Ceruti, M5s, ha poi presentato una mozione dal titolo Obiettivo traffico zero per il miglioramento della qualità della vita cittadina (il volantino per la raccolta firme collegata alla mozione). Una proposta che nonostante alcune riserve iniziali della maggioranza, che per bocca di Andrée Cesareo, Pd, e dell’assessora Daniela Gerosa ha ribadito le iniziative proposte per arrivare a questo obiettivo, dalla chiusura mattutina di via Milano Alta, al tentativo di Park & Ride con il coinvolgimento di aziende cittadine (e sottolineato un errore nella mozione, il calo della qualità della vita è riferito alla provincia e non alla città di Como) è stata approvata a larga maggioranza, con solo 4 voti contrari della maggioranza e qualche astensione. [Michele Donegana, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: