Giorno: 30 Ottobre 2014

Parole cantate

teatro san teodoroQuattro appuntamenti «per chi ama la letteratura e la buona musica» al Teatro comunale San Teodoro, in via Corbetta 7 a Cantù, alle 21 del 31 ottobre, 4 dicembre, 27 gennaio, 14 febbraio. Ingresso 5 euro.

 

Programma

– Venerdì 31 ottobre, La Maschera della Morte Rossa
Live Il Baubau e i maledetti cretini, presentazione del disco-libro tratto dalla Trilogia del Mistero e del Terrore di Edgard Allan Poe, von il biglietto di questo spettacolo è possibile accedere gratis al party di Halloween dell’Arci Tambourine di Seregno (MB);

– Giovedì 4 dicembre 2014, Riconoscersi Isola
Live Antonello Cassinotti , dal racconto di J. Saramago Il racconto dell’isola sconosciuta;

– Martedì 27 gennaio 2015, Rosenstrasse Cafè e C, 
voci, suoni e parole (spettacolo in occasione del giorno della memoria) Reading con sonorizzazioni di percussioni e sax, testo, regia e voce recitante: Jole Tramacere, ricerca sonora e percussioni: Paolo Benzoni, ricerca sonora e sax: Marco Franceschetti;

– Sabato 14 febbraio 2015, Ricercatori d’amore. Parole note. Racconti erotici in musica, voce e fisarmonica Andrea Reali & Alex De Simoni, estratti dalle opere di Giovanni Boccaccio, Algernon Charles Swinburne, Alfred de Musset, Leopold von Sacher-Masoch, Sidonie-Gabrielle Colette, David Herbert Lawrence, Henry Miller e Gabriele D’Annunzio… e molti altri.

Per informazioni tel. 347.2446400, e-mail info@teatrosanteodoro.it. [md, ecoinformazioni]

BEonART Fulmineamente in un segno

image2-222x300Mostra di Denise Mastel allo Spazio Natta in via Natta 18 a Como
quando aperta fino al 23 novembre da martedì a domenica dalle 15 alle 18.

 

«Dalle campiture di colore – acriliche, ampie, precise, piene e coinvolgenti – si fonde in un tratto, semplice e sensibile, fondato sulla scia istintiva della materia – spiega la presentazione –. La vernice si adatta alla superficie illuminando il supporto e fulmineamente crea un segno dettato dall’anima tanto da intensificare la luce che si riflette calda e accogliente come fosse in continuo movimento.
Allo Spazio Natta sono esposte opere pittoriche recenti, i famosi cassetti d’arte sospesi, i quadri rinomati del passato e della carriera (alcuni gentilmente concessi da collezionisti privati) e le più rare edizioni di kimono e foulard e design d’arredo creati appositamente dall’artista per celebrare il passaggio armonico tra il colore, il segno e il suo stesso movimento».

Per informazioni tel. 339.3190441, Internet www.facebook.com/artistadenisemastel. [md, ecoinformazioni]

1 novembre/ Vegolosi. Impara a cucinare piatti golosi vegetariani e vegani

02_Como-vegolosi-gribaudo3Presentazione con showcooking del libro, con «le ricette originali di Vegolosi.it studiate dallo chef Cristiano Bonolo e testate dalla redazione del magazine: quaranta piatti suddivisi in antipasti, primi, secondi, contorni e dolci», sabato 1 novembre alle 12 a Villa Erba a Cernobbio per Wine&Food Style. Per informazioni tel. 031.278109, e-mail Como@lafetrinelli.it.

Provincia di Como: assegnate le deleghe provvisorie

20141030_162608 20141030_162610Giovedì 30 ottobre si è insediato il nuovo consiglio provinciale. La neopresidente Maria Rita Livio ha conferito l’incarico di vice presidente al consigliere Fiorenzo Bongiasca e distribuito incarichi speciali ai consiglieri di maggioranza «al fine di coadiuvarla nello studio e nell’esame». 

 

Le deleghe assegnate: Mirko Baruffini: Affari Generali e Istituzionali, Attività Economiche, Mobilità/Trasporti pubblici e motorizzazione (Opere pubbliche di viabilità e di prevenzione, espropri, concessioni), Rapporti con la Regio Insubrica, Energia; Fiorenzo Bongiasca: Grande viabilità e Opere strategiche, Infrastrutture, Polizia provinciale, Caccia e pesca, Protezione Civile; Ferruccio Cotta: Bilancio, economato e controllo di gestione, Società partecipate, Personale, Ambiente ed ecologia, Rapporti con i gruppi consiliari;  Alberto Crippa: Programmazione e territorio, Parchi. Guido Rovi: Comunicazione, Innovazione tecnologica, Biblioteche e musei; Giovanni Vanossi: Cultura e Politiche per la valorizzazione dei beni architettonici e artistici, Marketing del territorio, Turismo e sport, Patrimonio, Agricoltura, Affari  legali, Sistema Como Expo 2015. La presidente curerà direttamente le materie relative ai lavori pubblici (viabilità esclusa), rapporti con l’Ato, Enti Locali, Comunità Montane, Pari Opportunità.

Alla squadra attuale potranno essere fatte delle aggiunte.«Da oggi cominceremo a operare in forma sostanziale – spiega Livio – un gruppo comincerà a lavorare sullo statuto e successivamente saranno assegnate le deleghe in via definitiva. Al momento, non sappiamo quali saranno le funzioni che avremo in carico. Sicuramente restano quelle fondamentali attribuite per legge: ambiente, territorio, infrastrutture, trasporto pubblico e scuole superiori». Entro 1 gennaio 2015 sarà deciso  “chi fa cosa” fra Regione e Provincia, «anche se – sottolinea Livio – ormai non so più se la certezza fa parte di questo paese».
La Provincia, dopo due anni di commissariamento, ha bisogno di rimettere in moto alcune situazione rimaste in stand by ma, comunque, gode di buona salute. Per quanto riguarda la variante della Tremezzina, Fiorenzo Bongiasca ha spiegato che «la Regione deve trovare i soldi.  È un’occasione da non perdere. Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione: Lombardia, Provincia, Anas e Ministero, pure deputati, ai quali va il nostro ringraziamento per aver inserito l’opera nel decreto sblocca Italia, e consiglieri regionali. Il nostro ruolo sarà quello di coordinamento fra i diversi attori». A questo proposito, il sottosegretario Nencini sarà a Como venerdì 7 novembre.
Maria Rita Livio ha chiarito che la scelta delle deleghe non è stata influenzata dalle dinamiche di partito: «Siamo qui a titolo gratuito, in più abbiamo la nostra attività di amministratori locali».
Oggi era la giornata d’insediamento del nuovo consiglio. Durante la prima seduta è stata convalidata dall’assemblea l’elezione di presidente e consiglieri. A seguire, il presidente ha effettuato il giuramento. C’erano diversi posti vuoti all’interno dell’aula, e non erano dovuti alle assenze. È il segno del ridimensionamento  che l’ente provinciale ha subito negli ultimi anni. [Andrea Quadroni, ecoinformazioni]

1 novembre/ L’altra Europa per Kobanê

kobane1novembreL’altra Europa organizza a Como in Largo Miglio sabato 1 novembre dalle 10,30 alle 14 un volantinaggio e presidio in occasione della Giornata di mobilitazione internazionale per Kobanê in sostegno alla resistenza curda contro Isis. Leggi il volantino.

1 novembre/ La Rete per la Pace per Kobanê

kobane1novembreLa Rete della pace aderisce alla giornata internazionale di mobilitazione Save Kobane per la difesa della popolazione e delle città della provincia di Rojava dall’assedio dell’Isis, indetta per il prossimo 1 novembre alle ore 14 che vedrà iniziative in tante città europee.

Nell’occasione La Rete della pace ribadisce:

♦ lo Stato Islamico, che vuole imporsi con le armi, la violenza, il terrorismo, è nemico dell’umanità. Il califfato jihadista di Al Baghdadi, così come si sta presentando ai popoli che vuole sottomettere, con la truce bandiera nera, evoca una deriva nazista. Va fermato con la forza del diritto internazionale, con la resistenza della civiltà, con il potere della democrazia;

♦ la condanna dell’ennesimo episodio di una guerra assurda di cui tutti i governi sono responsabili;

♦ la condanna per  il comportamento del governo turco che ha chiuso le frontiere impedendo la fuga e la protezione della popolazione civile curdo-siriana e represso violentemente i curdi del Nord della Turchia arrivati alla frontiera in soccorso dei loro fratelli e delle loro sorelle di Kobane;

♦ esprime tutta la solidarietà e vicinanza ai curdi-siriani e alla popolazione di Kobane e a tutto il popolo siriano e irakeno. Se queste popolazioni verranno uccise le responsabilità cadranno sull’Isis e su tutta la comunità internazionale;

♦ chiede che vi sia un’immediata azione internazionale con il mandato delle Nazioni Unite per la protezione della vita dei civili, impedendo che Kobane e il territorio autonomo della Rojava cada nelle mani dell’Isis, e garantendo l’apertura del corridoio umanitario per la popolazione in fuga verso la Turchia, senza alcuna discriminazione per l’appartenenza etnica;

♦ chiede all’Unione Europea e agli stati membri di predisporre un programma straordinario di aiuti umanitari da destinare alle popolazioni curde siriane;

♦ chiede nuovamente che la crisi della regione medio-orientale sia oggetto, con priorità assoluta, di una discussione in sede ONU da cui escano decisioni vincolanti per tutti gli stati membri, individuando le responsabilità dei massacri e delle violazioni del diritto internazionale sino a oggi avvenute, concordando una strategia di soluzione politica e negoziata per porre fine ai conflitti in Iraq e Siria, riconoscendo ai diversi popoli di questi paesi piena sovranità, libertà di espressione e di autodeterminazione nel rispetto delle regole democratiche di tutela delle minoranze. [Dal sito dell’Arci]

 

Leggi l’appello www.uikionlus.com/appello-urgente-manifestazione-globale-contro-isis-per-kobane-per-lumanita-1-novembre-ore-14/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: