No della Provincia al piano di ristrutturazione di Poste Italiane S.p.A

posteDeciso no della Provincia al piano di ristrutturazione di Poste Italiane S.p.A. che prevede drastici tagli alle sedi postali di ben 22 Comuni. Leggi la mozione approvata ieri all’unanimità

Per 4 sedi, infatti, le Poste parlano di chiusura a breve. Si tratta di Camnago Faloppio, Bulgorello, Como 3, Tremezzo. Per altre 18, si prevede, per ora, un ridimensionamento con chiusura a giorni alterni: Alserio, Anzano del Parco, Blevio, Brunate, Castelmarte, Cima, Colonno, Drezzo, Laino, Lanzo d’Intelvi, Nesso, Plesio, Pognana Lario, Rodero, Ronago, Sormano, Torno, Valsolda.
Il Consiglio provinciale ha approvato all’unanimità, nella seduta di ieri, la mozione presentata dalla Consigliera provinciale Maria Grazia Sassi (Forza Italia) e per gli altri gruppi da Giovanni Rusconi (Lega), Emanuele Mambretti (Provincia civica) e Guido Rovi (PD), fatta propria dalla Presidente Maria Rita Livio, la quale ha preso l’impegno di sentire le organizzazioni sindacali e i vertici provinciali di Poste Italiane S.p.A nel minor tempo possibile.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: