I bambini di Ornella: cooperazione e accoglienza

bd026novembre2015ritPensata prima del 13 novembre, la serata del 26 in Biblioteca a Como è la prima risposta in città di analisi e di proposta all’ondata di intolleranza e di razzismo che animata da forze politiche oggettivamente analoghe per integralismo a Daesh contaminano, con semplificazioni e inviti alla guerra santa, la cultura occidentale.

Oppurtunamente nel dibattito don Giusto della Valle abbia ricordato le tre parole chiave della Rivoluzione francese chiedendosi che fine abbia fatto la fraternità mentre Raffaele Masto ha sottolineato che anche l’uguaglianza non sembra essere obbiettivo delle politiche dei Paesi europei. L’incontro Noi, costruttori di dialogo, moderato dalla  giornalista di Ciao Como Radio Francesca Guido, finalizzato a dare nuovo slancio all’attività de I bambini di Ornella, si è svolto giovedì 26 novembre i Biblioteca con una settantina di partecipanti, amici dell’associazione fondata da Severino Proserpio. I relatori della serata  Severino Proserpio, il parroco di Rebbio Giusto della Valle, l’artista senegalese e fondatore di Sunugal Modou Gueye e il giornalista di Radio Popolare Raffaele Masto hanno svilippato la propria analisi soprattutto sui temi della cooperazione e dell’accoglienza che hanno animato anche gli interventi dell’assessore alle Politiche sociali del Comune di Como Bruno Magatti, della giudice Luisa Lo Gatto, del sindacalista Cisse Mbaie e dell’esponente del Movimento per la Decrescita felice Giuseppe Leoni. On line su canale di ecoinformazioni tutti i video dell’iniziativa.

Già on line su canale di ecoinformazioni tutti gli altri video dell’iniziativa.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: