ecoinformazioni on air/ Asf senza diritti

logo ecopopIl servizio di Gianpaolo Rosso in onda il 17 dicembre su Radio popolare. Ascoltalo nel nuovo sito di Radio Popolare nelle pagine di Metroregione.  L’azienda dei trasporti comasca è a maggioranza pubblica con il 51 percento del Comune e della Provincia di Como, ma preferisce ottimizzare  gli utili anche a costo di licenziare un dipendente reo di non essere più abilitato a guidare un autobus. La vicenda, sottolineata anche dalla presenza di una delegazione di lavoratori dell’Asf all’ultimo Consiglio comunale a Palazzo Cernezzi,  è surreale: un dipendente si sottopone come è giusto alla visita medica,  viene giudicato inidoneo alla guida e invece di essere destinato a altro incarico a parità di condizioni di lavoro e di diritti si pensa di licenziarlo.

Si tratta di un autista quarantanovenne da dieci anni in servizio nell’azienda che dovrà lasciare il suo lavoro a fine malattia. Contro tale decisone, oltre che il sindacato, anche i consiglieri di Paco-Sel in Consiglio comunale e esponenti del Pd che hanno ottenuto la sospensione del Consiglio per ricevere i lavoratori.

Il sindaco Mario Lucini si è detto dispiaciuto per la vicenda e ha preso l’impegno di contattare nuovamente l’amministratore delegato di Asf, ma senza escludere l’ipotesi dell’azienda che offre all’autista il demansionamento con la decurtazione dello stipendio. L’indisponibilità dell’Asf, che pure vanta utili milionari, ha già determinato due scioperi del settore che in questa situazione non potranno che ripetersi anche perché questo licenziamento rappresenterebbe un precedente per altri lavoratori. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: