acsm-agam gas-acquaLa maggioranza perde pezzi e viene bocciata la proposta della Giunta Lucini. Alla una e mezza di notte non è passata la proposta di vendita delle azioni della partecipata comasca. Con un voto sul filo del rasoio 16 a 16, in caso di parità la proposta non passa Palazzo Cernezzi ha visto sfumare la proposta sostenuta dalla Giunta di vendita di una parte del pacchetto azionario di Acsm-Agam. Mute le opposizioni, salvo un intervento per tutti di Laura Bordoli, Ncd, il dibattito è stato tutto interno alla maggioranza e i lunghi interventi dei favorevoli non hanno convinto i 5 consiglieri contrari (un quarto degli esponenti del centrosinistra) a votare la proposta. Anzi i dubbi hanno toccato anche altri membri della maggioranza tanto che Vito De Feudis, Pd, ha chiesto una riunione di maggioranza in cui molto probabilmente ha proposto il ritiro della delibera. Al voto all’opposizione, compatta per il no, si sono aggiunti Paco-Sel (Luigi Nessi e Celeste Grossi), Amo la mia città (Eva Cariboni) e Gioacchino Favara e Raffaele Grieco del Partito democratico, portando alla parità fra i due schieramenti. A nulla è valsa la richiesta a norma di regolamento del capogruppo democratico, Andrea Luppi di, visto il pareggio, rifare la votazione. Nel volgere dei due minuti nessuno ha cambiato opinione e la delibera è stata nuovamente bocciata. [Michele Donegana, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: