Emergenza umanitaria/ Il 10 agosto se ne occupa il “Consiglio”

8 COMOCOMUNEForse se le istituzioni democratiche si assumessero il ruolo che spetta loro, se il Consiglio comunale si potesse occupare dei problemi della città e si concretizzasse la sua ambizione di indirizzare la giunta con proposte politiche utili per fare le scelte più opportune, sarebbero maggiori le possibilità di affrontare le diverse crisi che si susseguono anche a causa di scellerate decisioni nazionali e internazionali.

Invece capita spesso che il Consiglio comunale di Como appaia collocato in un mondo parallelo (fuori della realtà), impegnato a discutere di parcheggi, di buche nelle strade, di sensi unici e di altri temi pur importanti ma certamente non decisivi per il futuro di Como. Annullate frequentemente riunioni già indette, perché sembrano esauriti i temi da discutere (tutto fatto???), si è relegata alle dichiarazioni preliminari la Politica.

Appare, per questo, una scelta giusta e opportuna, un vero cambio di passo e di direzione, che gli eletti – su sollecitazione della consigliera Anna Veronelli – siano stati finalmente convocati, alle 17,30 del 10 agosto a Palazzo Cernezzi, per parlare con il sindaco e l’assessore alle Politiche sociali della gravissima crisi umanitaria in corso. Non sarà una formale seduta del Consiglio, in ferie fino a settembre, ma è già qualcosa: la prima assunzione di responsabilità del massimo organo della democrazia comasca del principale problema da affrontare in questi mesi in città. Per una volta gli eletti e le elette in Consiglio comunale potranno discutere non degli schienali delle panchine o di questioni procedurali o degli esiti degli ultimi colpi di coda del mostro paratie, ma di persone, di diritti, di volontariato, di Protezione civile e sarà, finalmente, almeno un tentativo di democrazia realmente rappresentativa della città reale. Proprio i migranti della stazione San Giovanni, oppressi da leggi italiane, svizzere e europee, potrebbero regalarci un sussulto di buona politica. Forse. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

1 thought on “Emergenza umanitaria/ Il 10 agosto se ne occupa il “Consiglio”

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: