Cgil/ Sì agli Sprar

Migranti: la Cgil è per l’adesione dei comuni della provincia alla rete Sprar. All’indomani della decisione della giunta di non aderire alla rete Sprar, la Cgil di Como sottolinea come, invece, fare parte di progetti integrati sia fondamentale nella costruzione della buona accoglienza: «Per la Cgil di Como- spiega Matteo Mandressi, della segretaria provinciale  – la rete Sprar consente percorsi di reinserimento socio economici e, per le amministrazioni, c’è la possibilità di accedere ai finanziamenti ed essere protagoniste nell’accoglienza».

Per la Camera del Lavoro di Como, un ruolo centrale, in questo percorso, dovrebbe svolgerlo anche la provincia: «Nessun paese del Comasco è parte della rete – conclude Mandressi – l’amministrazione provinciale dovrebbe farsi carico ed essere promotore nel chiedere ai comuni di aderire».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: