Sedute comunali/ 2

Alle proposte già presentate in un precedente articolo, ci permettiamo di aggiungerne una, particolarmente indicata per gli allestimenti comaschi, essendo stata progettata da Bruno Munari, che per molti anni ha avuto un rapporto privilegiato con la città di Como, guardandola dall’alto della collina di Cardina, con occhi benevoli (ma erano altri tempi, in cui la benevolenza non veniva ancora denigrata come buonismo).

Tant’è, il progetto in questione si intitola Sedia per visite brevissime, ed è stato effettivamente prodotto in pochi esemplari numerati nel 1991 (il progetto originale è del 1945) per i soliti happy few

Come si capisce facilmente dall’immagine, non è un arredo per esterni, bensì per interni; non è quindi proponibile per il pubblico multiculturale della piazza di San Rocco, ma si adatta viceversa benissimo ai palazzi comunali – in particolare per la sala giunta e gli uffici assessorili – come monito a meditare sulla scomodità di non potersi sedere (e, in aggiunta, sulla caducità delle fortune politiche). [Fabio Cani, ecoinformazioni]

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: