Solo tende/ Diritti ancora negati

La buona notizia (ormai di dominio pubblico, oggi possiamo darla senza correre il rischio di attivare noi il razzismo violento) è che da lunedì 20 novembre  una settantina di migranti, abbandonati in strada dall”‘accoglienza” ufficiale, possono dormire sotto una tenda. La cattiva notizia è che questo minimo progresso sembra una buona notizia nonostante non sia ancora assicurato a nessuno di loro un rifugio degno, riscaldato e con servizi igienici adeguati. Il fatto più grave è la totale assenza delle istituzioni e la loro incapacità di assicurare diritti che sono il fondamento della nostra civiltà, continuando pervicacemente a considerare emergenza non solo il freddo che pure si verifica stagionalmente, ma persino gli effetti delle migrazioni che in una città di frontiera sono ovviamente la regola.

Temiamo che qualche politico locale tanto sprovveduto quanto razzista valuti questa piccola positiva novità negativamente, voglia cavalcare e volgere a proprio interesse privato xenofobia, ignoranza e qualunquismo, e tenti senza umanità di togliere ai migranti persino quel poco che hanno acquisito grazie alla solidarietà di volontarie e volontari.  C’è da confidare invece nell’atteggiamento pragmatico delle forze dell’ordine, interessate a risolvere e non a creare problemi. Quello che spesso non comprendono politici mentalmente corrotti che operano contro le persone e non a loro servizio riteniamo venga ben colto dai poliziotti  che hanno già compreso come  le tende siano, oltre che frutto di un’azione umanitaria,  un intervento concreto per la sicurezza di tutte e tutti.

Noi, per restare umani  e non cedere alla tentazione di verificare i documenti prima di salvare vite, dobbiamo dire che non ha alcuna importanza se le persone che tuttora vivono in condizioni disperate nella nostra ricchissima Como  abbiano o non abbiano le “carte” in regola. Sono esseri umani non numeri. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni] [Foto Gianpaolo Rosso e Claudio Fontana]

3 thoughts on “Solo tende/ Diritti ancora negati

  1. E agli Italiani che vivono in macchina o otto i ponti ci pensate???? sicuramente no..
    Avete rotto le palle con quest clandestini!!

  2. basta rimandarli da dove arrivano… Impossibile camminare per Como.. Sempre importunati da questi parassiti!!

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: