Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

ecoinformazioni 613/ A destra della destra

 

 

Anticipiamo dal numero 613 del settimanale ecoinformazioni, che dedica molte pagine all’analisi del voto del 4 marzo, l’editoriale A destra della destra: La cronaca degli ultimi giorni della destra al governo a Como svela meglio le tendenze di quanto non facciano i singoli provvedimenti. 

Infatti alla sensazione di inutilità alla quale ci eravamo abituati negli anni scorsi con la politica del centrosinistra, incapace di contrastare la degenerazione della realtà cittadina, si contrappone oggi un’azione diretta della Giunta animata da un centrodestra tanto aggressivo e estremista da mettere in difficoltà persino Fratelli d’Italia, troppo moderato per Landriscina e Locatelli (dal 4 marzo per volontà del popolo comasco “onorevole”).

Il bottino che porta a casa negli ultimi 15 giorni la destra estrema a Como comprende almeno quattro cose: l’attacco al diritto all’istruzione, con la scelta dovuta a calcolo politico o a incuria di rinunciare a 100mila euro per il diritto allo studio; il completamento della privatizzazione di Acsm Agam, che pure era stato tentato già dal governo Lucini secondo i dettami del pd renziano; l’estremizzazione della lotta contro la povertà, con un regolamento ancora tenuto segreto ma già noto nei sui aspetti persecutori (legittimati dal decreto Minniti) verso chi meno ha meno o peggio niente ad esclusivo “vantaggio” della città (periferie escluse) dei bottegai, che ovviamente tramite le organizzazioni dei commercianti plaude; la persecuzione dei diritti delle persone con disabilità, con la sconvolgente bocciatura in Consiglio comunale – con un ruolo determinate di Landriscina – della sensata proposta di Como dal basso, presentata da Civitas con il sostegno delle opposizioni e di Fratelli d’Italia.

No, a Como, con la destra che c’è, non c’è speranza per altro che per l’economia di rapina di ciò che è pubblico per ingrossare patrimoni privati, non c’è speranza per chi è povero e viene attaccato perché rovina l’immagine della città turistica e offende il decoro della città; non c’è spazio per i diritti non solo delle persone con disabilità ma di tutte e tutti che ricchi non sono. [Gianpaolo Rosso]

Sfoglia on line il 613.

Un commento su “ecoinformazioni 613/ A destra della destra

  1. ecoinformazioni
    20 marzo 2018

    L’ha ribloggato su comosenzafrontiere.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 marzo 2018 da in ecoinformazioni con tag .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: