Abbiamo visto recentemente  Matteo Salvini a Como, circondato da un corteo in calore, un trionfo che non dovete definire “ imperiale”, perché, nonostante la recente conquista di Roma e la frettolosa cancellazione della parola nord dal simbolo elettorale, l’anima leghista continua  a essere francamente razzista anche tra italiani.

Oggi vediamo una nave in mezzo al mare, con dentro 629 persone disperate, affidate a un pugno di volontari, sballottata tra Malta e la Sicilia con l’unico scopo di creare un caso internazionale per vincere qualche sindaco in più alle elezioni comunali. Non importa che ci siano in quella nave donne in procinto di partorire, corpi dilaniati dalle torture, menti sfigurate dall’esperienza del male. Che aspettino, il trionfatore twitta dai Fori imperiali  che è tutta colpa di Malta (che ha in percentuale, più profughi di noi), dei “vicescafisti” di Sos Mediterranée, dei comunisti fossili, dell’Europa egoista. L’importante è che aspettino in mare ancora un po’, perché il naufragio dei poveri fa commuovere i benestanti, ma è la base della loro fortuna. Vergogna. Intanto la Spagna di Sanchez accoglie finalmente quella nave. Dai Fori imperiali si esulta in modo scimmiesco, asciugandosi i pomodori dalla faccia.  [Andrea Rosso, ecoinformazioni]

1 thought on “Impossibile tacere

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: