28 luglio/ Camerlata civile: “L’umanità appesa a un filo”

Sono tempi bui, di notte talora le nostre città fanno paura e si popolano dei fantasmi dell’intolleranza, dell’odio, del razzismo. Sono tempi violenti ma l’irrefrenabile forza dell’umanità supera qualsiasi eclissi della ragione. In piazza Camerlata (via Santa Brigida e Respaú) a Como, sabato 28 luglio, le ragazze e i ragazzi del clan del Gruppo Scout Como 45, dopo la notte, hanno fatto all’alba splendere il sole della speranza. Importante partecipare all’iniziativa che si svolge nel corso di tutta la giornata portando il proprio simbolo di Pace e di fratellanza, sospendendolo al filo sottile steso dagli scout al quale già si aggrappano sagome umane colorate e felici, postando sui social l’immagine del proprio contributo all’iniziativa. Leggi  nel seguito il comunicato che invita all’azione a cui ha già aderito la rete Como senza frontiere.

«Sabato 28 luglio: L’umanità appesa a un filo. Dopo la notte torna il sole.

La mattina il quartiere di Ca’Merlata si sveglia illuminata da messaggi di Pace e fratellanza. Come clan del gruppo scout Como 45 invitiamo chi vuole a portare un messaggio di vicinanza, speranza e solidarietá nel quartiere portando con sé una piccola sagoma di carta e recandosi nel corso della giornata di sabato 28 luglio all’imbocco della via Santa Brigida e Respaú (vicino piazza Camerlata)

Dove: via Santa Brigida e Respaú – Ca’merlata Como

Quando: sabato 28 luglio

Cosa portare: una sagoma di carta raffigurante un essere umano e per chi vuole un messaggio di Pace». [Gruppo scout Como 45]

 

1 thought on “28 luglio/ Camerlata civile: “L’umanità appesa a un filo”

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: