Raffaele Mantegazza (e Brecht) con don Giusto

«Caro don Giusto, in una nota poesia di Brecht un poeta si lamenta perché i nazisti non hanno bruciato i suoi libri nei famosi roghi e pensa “se non mi hanno attaccato non penseranno mica che sono dalla loro parte?”. È triste ma oggi essere attaccati da questi vili significa avere l’ulteriore conferma che si sta lavorando dalla parte giusta. Non lasciamoci intimorire da chi usa la ragione dell’insulto perché non ha le armi della ragione». [Raffaele Mantegazza, docente di Scienze umane e pedagogiche alla Bicocca] 

1 thought on “Raffaele Mantegazza (e Brecht) con don Giusto

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: