Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 347.3674825, ecoinformazionicomo@gmail.com

5-9 novembre/ Finding comedy: workshop intensivo con Tom Greder

38814371_2013894931974952_4695988817629282304_n (1).jpg

Axvxa e Auriga Teatro, presentano “Finding Comedy”, un workshop intensivo di clown contemporaneo, teatro, gioco, creatività. con Tom Greder (con il supporto di Allincirco), che si terrà alla Piccola Accademia del Teatrogruppo Popolare (via Castellini 7 a Como) da lunedì 5 a venerdì 9 novembre, nelle fasce orarie 9-12 e 13-16.

Scoprire ed imparare a usare le proprie risorse creative. Sviluppare una forma di espressione più articolata, significativa e personale nel proprio lavoro… Ridendo e imparando allo stesso tempo.

Il Workshop, dal costo di 390 euro, è limitato a 16 partecipanti, con un minimo di 10. Possibilità di alloggio gratuito (posti limitati) o convenzionato.
Per info e prenotazioni: aurigateatro@libero.it / ‪+39 333 8527676.

Visita la pagina Facebook dell’iniziativa.

Con oltre 30 di esperienza come performer, insegnante, drammaturgo e regista, Tom Greder conduce regolarmente i suoi workshop in tutto il mondo.
Basato sul “gioco” inteso come fondamentale forma di espressione della creatività umana e come base per le interazioni e la risoluzione dei problemi, il workshop stimola e incoraggia una personalizzazione e trasformazione delle espressioni, per chi lo desidera o ne ha bisogno.
L’approccio distintivo di Tom si focalizza sulla relazione tra “Persona” “Personaggio” e “Artista” che c’è in ognuno di noi. Con la comprensione, l’esplorazione e l’armonizzazione della natura conflittuale di queste voci interiori, attraverso l’umorismo, i partecipanti raggiungono una maggior consapevolezza di se stessi e dei loro processi creativi.
Il workshop si rivolge a tutti coloro che desiderano ottenere una visione più profonda della loro creatività e abilità, e sviluppare una presenza scenica migliore e naturale.

Il workshop si basa sul gioco e su tecniche di clown. I principi del clown contemporaneo sono fortemente utilizzati, perché la figura del clown, nella sua forma più pura, si basa sulla “condizione umana”… e sul paradosso fondamentale di vita e morte. Questo concetto permette di sviluppare sia l’aspetto personale che professionale di ogni partecipante.
Il workshop si basa anche sull’esplorazione e sulla scoperta personale, e attraverso esercizi e giochi individuali, di coppia, di gruppo, mira ad ampliare l’attitudine creativa dei partecipanti e a chiarire il loro percorso personale e professionale.
Oltre a discussioni teoriche, filosofiche e storiche sulla natura e sulla creazione di commedie e perfomance, i giochi e gli esercizi mirano a :
– affrontare e rilasciare i blocchi e le abitudini che stanno nel percorso creativo;
– ampliare l’attitudine creativa dei partecipanti;
– esplorare e dare forme fisiche e verbali all’impulso creativo;
– ampliare il repertorio del processo creativo;
– scoprire ed esplorare nuove tecniche per liberare il movimento, il dialogo e la fantasia;
– semplificare l’esperienza scenica;
– provocare la risata.

Al fine di creare una forma di comunicazione più articolata e anche performance emozionanti, è necessario risvegliare un livello più profondo di comprensione della condizione umana. Per fare ciò è necessaria un’accettazione personale dell’assurdo e della natura dell’esistenza. Il processo artistico e creativo è infatti profondamente umano, perché fa ricorso all’uomo e parla attraverso metafore, parodie, analogie, satire e commedie umane.  Attraverso questa comprensione e accettazione, il workshop mira ad isolare, capire e utilizzare il conflitto di relazione tra Artista, Persona e Personaggio che c’è in noi. Legato al concetto di Io, super-Io e Es, questo concetto aiuta i partecipanti ad identificare i diversi obiettivi e motivazioni di queste voci interiori.
Essenzialmente, queste voci rappresentano il nostro opposto e inconciliabile desiderio di controllo e caos, sicurezza e rischio, prevedibile e sorprendente, saggezza e ignoranza… la paradossale esperienza umana.
In ogni caso, come queste voci sono parte integrante del processo creativo, così possono anche interferire e ostacolare il processo stesso. Ognuna ha il suo posto e il suo significato ma ognuna cerca di dominare. È l’Artista che deve delegare le responsabilità di ogni voce… e imparare a gestire le altre due in maniera efficace.
Facendo questo, il perfomer è in grado di identificare, esprimere e articolare una personalità totale, e quindi, di trascendere il semplice intrattenimento e creare un lavoro di trasformazione.

Tutto questo si raggiunge sbloccando le rigide e abituali Forme proprie dei partecipanti, attraverso la creazione di un ambiente di Gioco. In questo stato, gli impulsi della Persona che normalmente vengono negati e filtrati, hanno la possibilità di manifestarsi. Il Gioco incoraggia la libertà di movimento, dialogo e fantasia, necessaria per l’illogica e impulsiva esperienza creativa ed essenziale per una buona performance.
Liberi da ogni normale inibizione e costrizione dalle abitudini, questi impulsi personali vengono formati tramite il Personaggio.
Esprimere questa personalità totale attraverso la drammaturgia e la performance crea un’esperienza trasformativa… che non solo coinvolge, ma anche influenza e cambia sia il pubblico che il perfomer.

Sebbene siano principalmente rivolti all’artista, i principi e le tecniche esplorate e sviluppate, possono essere applicate a qualsiasi processo creativo, professionale o personale.  In quanto tale, il workshop si rivolge ad una vasta gamma di partecipanti, a tutti coloro che condividono un interesse o un bisogno di comunicazione creativa, personale, rilevante e profonda che trascende la parole e le azioni.

Tom Greder è un artista che si focalizza sulla commedia fisica interattiva e contestuale. Nato in Svizzera e cresciuto in Australia, il suo stile fa ampio ricorso alla tradizione degli spettacoli di strada, dei circhi e dei teatri europei.
Si forma come artista circense e clown contemporaneo presso The Circus Space e l’École Philippe Gaulier a Londra nel 1993.  Successivamente ha prodotto indipendentemente spettacoli circensi, teatrali, numeri di cabaret e spettacoli di teatro di strada, collaborando poi con compagnie di circo, danza e teatro, nazionali e internazionali, ma anche film, produzioni teatrali e di strada, festival e progetti in tutto il mondo.
Inoltre produce e porta in giro produzioni che hanno vinto diversi premi,(tra cui 1 premio al Festival des Artistes de Rue, Vevey, Svizzera e al Sierre Grand Prix de Spectacle de Rue, Svizzera) e molti numeri di circo, cabaret e teatro di strada a livello nazionale e internazionale dal 1988.

Come regista e insegnate si è affermato a livello internazionale per il suo approccio innovativo alla creatività e alla commedia fisica.
Conduce regolarmente il suo workshop Finding Comedy in tutto il mondo.

Per più informazioni su Tom Greder: www.tomoskar.com
[AF, ecoinformazioni]

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 ottobre 2018 da in arte, corsi e laboratori, teatro con tag , , , , , , .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: