Arci ecoinformazioni ecoinformazionicomo@gmail.com, via Lissi 6 Como, tel. 3515968899, 3473674825

20 gennaio/ Como in marcia per la Pace

Quella che vedete qui sopra non è una fotografia mal riuscita e anticata della marcia della pace dell’anno scorso, bensì la documentazione di un impegno che – anche nella nostra città e nel nostro territorio – viene da lontano: è l’immagine di una marcia della pace svoltasi il 31 dicembre 1974, cioè quasi quarantacinque anni fa! E guardate bene: sullo striscione compare anche la parola “emigrazione”. Più attuale di così!

Domenica 20 gennaio 2019 si svolgerà quindi la nuova Marcia organizzata nell’ambito del mese della Pace di Como e provincia.

Appuntamento di fondamentale importanza che corona una serie di iniziative diffuse nel capoluogo e nei comuni della provincia e proseguite per tutto il mese di gennaio, grazie all’impegno di un consistente numero di reti, associazioni e gruppi laici e religiosi, quest’anno la marcia si presenta come una versione nuova e più ricca rispetto alla tradizione degli anni scorsi. A partire dal messaggio del Papa “La Buona politica è al servizio della Pace”, si è deciso di declinare le proposte formative durante il mese di gennaio secondo sette sotto temi strettamente legati al messaggio: Accoglienza, Giovani, Lavoro, Pace e Diritti, Salute, Dialogo tra religioni, Ambiente, gli stessi che ritmeranno il percorso della marcia.

Il concentramento è fissato alle ore 14 in piazzale Montesanto, davanti alla Caserma, luogo simbolico di quella concezione militare che dovrebbe essere ormai completamente superata. Da qui il corteo si muoverà verso il centro della città, sostando in sette punti significativi per brevi interventi di approfondimento, a cura dei differenti gruppi di lavoro che hanno animato la preparazione della marcia e che hanno affrontate le relative tematiche. Il percorso della marcia si concluderà – con l’intervento di don Fabio Corazzina, parroco di Santa Maria in Silva a Brescia e costruttore di pace – al Monumento alla Resistenza Europea, ai giardini pubblici, luogo simbolico delle riconquistate libertà e democrazia in tutta Europa, e – per l’Italia in particolare – del rifiuto della guerra sancito dalla nuova Costituzione repubblicana.

Si tratta di un momento forte, rivolto a smuovere le coscienze e a tenere vivo il senso di appartenenza a una comune umanità dove le persone, anche di fede e ideologie differenti, si riconoscano in un senso del bene comune trasversale e ineludibile, da ricercare e preservare con il contributo di tutti. Tuttavia, poiché la via per la Pace è fatta di impegno quotidiano, a necessario complemento dell’evento-Marcia ci sono le numerose proposte legate ai temi di riflessione, momenti in cui offrire contenuti più approfonditi e in grado di stimolare un cambiamento positivo nel singolo e nella collettività, attraverso impegni concreti e occasioni di incontro e condivisione a tutto il territorio comasco.

Un commento su “20 gennaio/ Como in marcia per la Pace

  1. Nessi Luigi
    16 Gennaio 2019

    questa immagine mi fà ritornare giovane..era il 1974, per onestà c’era stato un grande impegno delle Acli..La marcia era partita con il dibattito dalla Chiesa di San Giuseppe, ed era arrivata a Pontre Chiasso, entrando in Svizzera..eravamo passati dalla Dogana; il Vescovo era Ferraroni che ci raggiunse a Chiasso per celebrare la Santa Messa a Mezzanotte; Un relatore della Marcia era Don Riboldi, diventato poi Vescovo ad Acerra..allora era in un altra Diocesi, e dopo l’intervento venne portato a alla Stazione di San Giovanni a prendere il treno per il Sud; altri tempi, le foto, come avete visto erano in bianco e nero e c’era ancora la pelliccola…
    Buona Marcia a tutti, Luigino Nessi

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 Gennaio 2019 da in Pace con tag .

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: