FfF/ Un movimento vero

Le conclusioni ufficiali dell’Assemblea fondativa di Fridays for future saranno rese note solo il 14 aprile, ma l’approfondimento scientifico del 12 e la plenaria del 13 aprile hanno già mostrato una realtà di movimento molto più matura di quanto si fosse visto nel primo strike italiano che aveva riempito le strade (perfino a Como). Nell’assemblea del 13 aprile nell’Aula magna dell’Università a Milano (affollata, ma non sempre gremita) centinaia di ragazzi e di ragazze (ma anche un buon numero di diversamente giovani) hanno dettato con il susseguirsi degli interventi dei/ delle portavoci, di città, province, regioni le caratteristiche del movimento di azione diretta politica per la salvezza della specie attaccata dalle modificazioni climatiche generate dallo sviluppo liberista in tutto il pianeta.

Larghissima la superficie di sovrapposizione dei diversi contributi esposti con entusiasmo dai/ dalle portavoce (quasi tutti/ e under 30): il movimento è politico, ma non partitico; il movimento è giovanile ma intergenerazionale; il movimento si fonda sulla scienza come strumento di analisi della realtà; il movimento vuole restare centrato nei diversi territori e pensa alla costruzione di una rete nazionale e non alla nomina di un gruppo dirigente centrale a cui delegare analisi e scelte; il movimento denuncia le colpe dell’economia, della finanza globale
e dei governi che ad esse sono sottomessi che sono la causa dei problemi ambientali; il movimento vuole agire puntando sulla crescita della sensibilità ambientale anche individuale e su comportamenti coerenti con essa. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

Guarda sul canale di ecoinformazioni altri video dell’assemblea.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: