ecoinformazioni on air/ Insicurezza militare

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione delle 19,45 di Metroregione di Radio popolare del 16 aprile.  «Il questore alla festa della polizia è stato chiaro i reati calano anche a Como, da sempre sicura, oggi ancora più tranquilla nonostante l’imponente flusso turistico che ne aumenta di fatto gli abitanti.

Ma la sicurezza percepita è altra cosa e quella percepita dalla Lega che ha saldamente il comando della giunta comunale è altro ancora tanto da ritenere necessario l’arrivo dell’esercito. Non ancora i carri armati che comunque avrebbero difficoltà nelle strade medioevali della città murata, ma 15 soldati, alcuni dei quali hanno già sfoggiato le loro tutte mimetiche in città, dove presto saranno impegnati su indicazione di Salvini, che si conferma ministro di tutto anche della difesa, naturalmente contro i migranti. Contro tale decisone le forze della sinistra protestano mentre a favore si dichiara Fratelli d’Italia che lamenta però l’esiguità del corpo d’amata dislocato.  Intanto Salvini ha già annunciato di premere perché carabinieri e poliziotti abitino in via Milano, la strada a più alta densità di stranieri, configurando per loro una sorta di servizio permanente anche di notte, anche a casa anche dove non serve». [Gianpoalo Rosso, ecoinformazioni]

1 thought on “ecoinformazioni on air/ Insicurezza militare

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: