Foto Luigi Nessi

Tante persone alla festa conclusiva del ramadan al Parco Negretti a Como il 4 giugno mattina. Una bella situazione comunitaria: uomini, donne, bambini, e, dopo la preghiera, lo scambio di auguri con abbracci e strette di mano. Pochi gli ospiti, nonostante la città e le sue istituzioni fossero state invitate. Presenti, come sempre in tutte le occasioni nella quali si costruisce coesione sociale e amicizia fondata sul rispetto, l’affetto e la stima, Luigi Nessi e don Giusto della Valle. Assenti il sindaco, il governo della città e tutti i consiglieri comunali nonostante il gravissimo episodio degli spari contro una persona di qualche giorno fa avrebbe dovuto determinare sensibilità e solidarietà.

Così il centro culturale islamico di Como racconta lo spirito del periodo e della giornata: «Per noi musulmani il mese di Ramadan è un mese prezioso per avvicinarci di più al Creatore, accrescere la nostra takwa (fede), cercare di abbandonare i peccati, fare elemosina e aiutare i poveri ed essere più altruisti; è il mese in cui ci si ritrova tutte le sere a pregare salat al tarawih (la preghiera notturna). Tutti insieme senza distinzione di sesso, colore della pelle o nazionalità…. Tutti insieme con la stessa fede. E l’eid, questa festa, è la chiusura di questo mese benedetto e per noi sacro».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: