Sem Terra a Como: immagini, racconti, musiche

Luca Ghielmetti, Valentina De Lorenzis, Giulio Di Meo

La mostra Terra! organizzata da Arci, Arcs in collaborazione con il Comune di Como-365 giorni d’arte-Lago di Como presso lo Spazio Natta ha messo a disposizione della città una concreta possibilità di conoscenza della realtà del Movimento Sem Terra (propriamente: Movimento dos Trabalhadores Rurais Sem Terra) grazie a immagini, racconti e musiche.

Innanzi tutto le immagini: due mostre, una nata da un workshop italo-brasiliano realizzato nel 2015, di cui sono esposte le immagini di 14 giovani fotografe e fotografi, e l’altra di Giulio di Meo, intitolata Pig Iron, e dedicata alle gravi ingiustizie sociali e ambientali commesse dalla multinazionale Vale negli stati brasiliani del Pará e del Maranhão per lo sfruttamento delle risorse minerarie (in particolare del ferro, da cui il titolo).

Giulio Di Meo

Poi i racconti e gli approfondimenti, scanditi in più interventi nel corso dell’esposizione, e conclusi giovedì 27 giugno con l’efficace sintesi del fotografo Giulio Di Meo, che ha riassunto l’esperienza del movimento Sem Terra, attivo in Brasile dal 1984 con l’occupazione delle terre (secondo la Costituzione brasiliana è possibile procedere all’esproprio delle terre fertili lasciate inattive dai grandi proprietari) e con le marce di protesta (che nelle grandi dimensioni delle terre brasiliane raggiungono la lunghezza di centinaia e centinaia di chilometri e la durata di molti mesi).

Nonostante la fase assai difficile che il Brasile attraversa, con la presidenza dell’estremista di destra Jair Bolsonaro, la realtà del movimento Sem Terra resta forte: è presente in 24 stati federali su 26; coinvolge 370.000 famiglie insediate, 100 cooperative, 96 agroindustrie, 1900 associazioni e 100.000 famiglie accampate.

Luca Ghielmetti

Infine la musica: la serata di giovedì 27 giugno è stata accompagnata dalle note del cantautore Luca Ghielmetti, che tra un Caetano Veloso e un Guccini, e grazie anche ai propri brani, ha saputo costruire un clima particolarmente intenso e affettuoso.

Oggi, 29 giugno, è l’ultimo giorno di apertura della mostra, da non perdere, anche per ringraziare di persona Valentina De Lorenzis che di questa esperienza comasca-brasiliana è stata l’instancabile animatrice.

Valentina De Lorenzis

[Fabio Cani, ecoinformazioni]

Presto on line i video della serata del 27 giugno.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: