Care lettrici, cari lettori, mentre a livello nazionale il dibattito sulle azioni di Carola Rackete assume toni sempre più sconcertanti, con esponenti politici che usano la figura di una donna che voleva solo salvare delle vite per portare acqua al proprio mulino spargendo odio e rabbia, in questo numero di ecoinformazioni parliamo di una assoluzione che arriva come aria pulita in un clima sempre più teso.

Parliamo di Jacopo Mascheroni, per il quale “il fatto non sussiste”. “Colpevole” di aver aiutato i migranti durante i fatti del 2016 presso la Stazione San Giovanni e per aver partecipato alla Marcia della Pace del gennaio 2017, disobbedendo al foglio di via che gli impediva di mettere piede a Como, Jacopo e tutti coloro che lo hanno sostenuto vedono finalmente il buonsenso anteporsi alla rabbia e all’irrazionalità dei tempi in cui viviamo. È una piccola vittoria, ma dimostra che, lentamente e con intelligenza, le cose possono cambiare. Oltre a questo troverete le proposte locali con le quali Fridays For Future intende operare nel comasco, il bike strike da loro lanciato per il 20 luglio e tante altre iniziative che hanno fatto vivere Como in queste ultime settimane. Buona lettura.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: