8 novembre/ “Io ci sarò ancora. Il delitto Moro e la crisi della Repubblica” di Miguel Gotor

Venerdì 8 Novembre alle 18 alla libreria Feltrinelli di Como in via Cesare Cantù 17, Miguel Gotor presenta il suo nuovo libro Io ci sarò ancora. Il delitto Moro e la crisi della Repubblica (PaperFirst ed.). Con l’autore dialogherà Federico Fornaro, capogruppo di Leu alla Camera.
La presentazione è curata da articolo Uno Coordinamento Provinciale di Como.

Senza ombra di dubbio Miguel Gotor risulta essere lo storico più esperto sulla figura di Aldo Moro e sulle vicende del sequestro e della successiva esecuzione del presidente della Democrazia Cristiana. Suoi sono infatti Aldo Moro. Lettere dalla prigionia (Einaudi, 2008) e Il memoriale della Repubblica. Gli scritti di Aldo Moro dalla prigionia e l’anatomia del potere italiano (Einaudi, 2011) nei quali si analizzano con straordinaria capacità espositiva le lettere dalla prigionia e il cosiddetto “Memoriale Moro”. La nuova pubblicazione Io ci sarò ancora. Il delitto Moro e la crisi della Repubblica che si avvale della prefazione di Gian Carlo Caselli (PaperFirst ed.), raccoglie i numerosi contributi che nel corso degli anni l’Autore ha pubblicato su importanti testate, fra le quali Diario e Il Fatto Quotidiano. Nel volume vengono trattati gli aspetti più importanti e problematici del caso Moro. Alcuni di questi sono noti ed hanno avuto nel corso del tempo numerosa trattazione, altri sono meno indagati ma non per questo secondari. Gli scritti che compongono questo volume appaiono ispirati dal pensiero dell’autore che il rapimento e l’omicidio di Aldo Moro siano due eventi diversi e come tali debbano essere analizzati e studiati. Infatti rileva Gotor che «se i brigatisti avessero voluto uccidere Moro e basta, lo avrebbero fatto già il 16 marzo, insieme con la scorta. In realtà l’obiettivo della loro “propaganda armata” era più raffinato: eliminare l’ostaggio dopo avere destabilizzato il quadro politico e istituzionale mediante il suo rapimento, funzionale a distruggerne l’immagine sul piano civile e morale affinché il suo progetto di allargamento della base democratica dello Stato non avesse eredi». Nel corso della presentazione del libro questo fatto cruciale, spesso non adeguatamente evidenziato, sarà oggetto di dialogo dell’Autore con l’On. Federico Fornaro, capogruppo di Leu alla Camera. [mm]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: