Circolo Arci Il Contatto/ Al telefono con le famiglie in isolamento

«Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo». L’incipit con cui Tolstoj apre “Anna Karenina” è emblematico ed attuale: l’isolamento e la reclusione casalinga, necessari e determinanti per arginare l’epidemia di Covid-19, hanno portato in primo piano l’importanza del sostegno psicologico (oltre a quello economico) alle famiglie. L’iniziativa promossa dall’Arci Il Contatto di Sondrio, nell’ambito del progetto “La salute per tutte le età e in tutte le condizioni”, è volta proprio a fornire un supporto telefonico a tutte quelle famiglie, con minori disabili o meno, al fine di poter accompagnare i soggetti più fragili attraverso le fasi più delicate fino al recupero della normalità ad emergenza finita.

«A partire da lunedì 16 marzo 2020 al 3 aprile 2020 dal lunedì al venerdì dalle 14.00 alle 15.00 e dalle 18.00 alle 19.30 la neuro psicomotricista, Cristina Rinaldi, che lavora come referente dell’ area materno infantile nel Circolo Arci Il Contatto darà la sua disponibilità per un servizio di consulenza e sostegno alle famiglie di minori con o senza disabilità per dare ascolto e risposte a dubbi e richieste e fornire indicazioni chiare per la gestione di comportamenti e aspetti riguardanti lo sviluppo neuro psicomotrorio del bambino. Il Circolo Arci Il Contatto attiva tali misure come parte del Progetto Sociale “La salute per tutte le età e in tutte le condizioni” . Lo scopo del servizio e’ quello di accompagnare e supportare con competenza le famiglie, in particolare più fragili, a superare gli effetti prodotti dall’ isolamento determinato dal contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19».
[Cristina Rinaldi, Neuro psicomotricista e Segretaria del Circolo Il Contatto]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: