La salute non è una merce

Nasce a Como il Coordinamento comasco per il diritto alla salute, emanazione territoriale del Coordinamento lombardo.

«Noi del Coordinamento comasco condividiamo gli argomenti, le analisi e le proposte contenute in questo testo (che inoltriamo in allegato insieme al manifesto politico “La salute non è una merce la sanità non è un’azienda”) ed intendiamo proseguire ed estendere anche nei nostri territori le iniziative del Coordinamento lombardo per il diritto alla salute, a cominciare dal presidio che terremo sabato 20 febbraio, ad un anno esatto dal paziente 1, dalle ore 10 alle ore 12 davanti all’ex Ospedale Sant’Anna in Via Napoleona, in concomitanza con altri luoghi su tutto il territorio lombardo. Intendiamo collaborare con gli altri comitati e organizzazioni locali che si battono per il diritto alla salute pubblica di tutte e di tutti, a cominciare dalla Cittadella della Salute, ed invitiamo ad aderire tutti coloro che si riconosceranno nei nostri principi e nelle nostre richieste.Per il ritiro integrale della legge regionale 23. Per il rilancio del servizio sanitario basato sul pubblico. Per un concetto di salute basato sulla prevenzione e sulla medicina di base». [Promotori: Matteo Mandressi, Ernesto Ronchi, Cori Giannini, Mauro Baroni, Pierluigi Tavecchio, Manuel Guzzon, Cristiano Negrini, Fabrizio Baggi, Martina Briccola, Maria Giovanna Tamburello, Daniele Moioli, Giulio Russo, Lidia Cevenini]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: