ecoinformazioni mensile/ febbraio 2021/ «Mi sentite?»

Nel mensile di febbraio, ecoinformazioni dà voce alle realtà culturali più vicine, per capire se, nonostante l’anno appena passato, la cultura si senta ancora.

«Il rituale della verifica audio prima ancora di salutare si è fatto consuetudine: quel «si sente?», surrogato di strette di mano e (più o meno formali) saluti iniziali, nasconde un problema fondamentale, in grado di fungere da cesura cruciale tra il prima, malandato ma comunque resistente, ed un incerto poi.
Se infatti fino a qualche mese fa erano scuole, luoghi di lavoro, fucine di cultura (biblioteche, cinema, teatri, musei, associazioni) ed istituzioni a dover garantire (o almeno provare a farlo) lo svolgimento delle varie attività con strumenti consoni, con le misure di distanziamento tutto questo ha avuto praticamente l’unica possibilità di sopravvivere spostandosi online, in formato digitale, per via telematica, inventando sì nuove rotte e modi di ritrovarsi, ma contemporaneamente andando a pesare sulle spalle della quotidianità casalinga e della connessione domestica. Come si è visto nei mesi scorsi, questo ha portato alla luce un nuovo tipo di discriminazione di classe: chi non è in grado di acquistare un piano telefonico che supporti una connessione dignitosa è automaticamente tagliato fuori dal resto del mondo, ancora più lontano ed irraggiungibile fuori dalle mura di casa. Chi non ha potuto (o voluto) pagare il costo di una linea internet a casa propria ha visto alienati – totalmente o in parte – i propri diritti all’istruzione, all’informazione, alla fruizione di una cultura libera ed alla portata di tutte e tutti, all’integrazione nel mondo della sanità e della burocrazia, agli affetti, alla socialità e persino al mondo odiato/amato del lavoro. Dove però sorgono problemi, lì devono necessariamente nascere soluzioni, mai pensate ma non per questo non possibili; in fondo anche la connessione internet, fino a qualche anno fa, lo era». [Sara Sostini, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: