Sanatoria subito! / I manifesti di Como senza frontiere

Già nelle scorse settimane Como senza frontiere – come altre realtà a livello nazionale – ha sollevato il problema della cosiddetta “sanatoria” varata dal governo nel maggio 2020: una procedura per la regolarizzazione e l’emersione del “lavoro nero”, soprattutto di persone migranti.

Dopo molti mesi dalla chiusura del periodo di iscrizione alla procedura, le istituzioni hanno avviato la verifica per una percentuale minima delle richieste presentate. Alle insufficienze del decreto di sanatoria si sono aggiunte quindi le drammatiche inefficienze del meccanismo burocratico.

La rete Como senza frontiere – insieme ai sindacati Cgil Cisl Uil, all’Osservatorio giuridico per i diritti dei migranti e alla campagna “Io ero straniero” – ha anche inviato una lettera alla Prefettura per chiedere ragione dei ritardi e delle inefficienze e per sollecitare un maggiore impegno da parte delle istituzioni, lettera a cui si attende ancora una risposta.

Da oggi, per sollecitare maggiormente l’attenzione della cittadinanza su questo problema, che coinvolge anche nella provincia di Como migliaia di persone, sono presenti negli spazi di “libera affissione” della città di Como i manifesti appositamente realizzati da Como senza frontiere.

Sanatoria subito! è la richiesta che Como senza frontiere condivide con le realtà di attivismo di tutto il territorio nazionale.

Sanatoria subito! è la richiesta che si vuole condividere anche con tutta la città e tutto il territorio.

[Como senza frontiere]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: