La scomparsa di Emanuele Cantaluppi, presidente delle Acli comasche, è un dolore e una grave perdita anche per l’Arci. Ciò non solo per l’amicizia e l’unità di intenti su tante questioni che vedono insieme le nostre associazioni, ma per il tratto di Emanuele, persona capace di far prevalere gli ideali su tutto. Essenziale, per ricordare solo gli ultimi atti della sua presidenza, l’impegno per la costituzione con l’Anpi e tantissime altre organizzazioni di una rete non solo antifascista ma impegnata per un nuovo mondo possibile.

Essenziale la sua azione per i diritti civili e sociali e altrettanto importante la sua capacità di accogliere le differenze di orientamento che nelle reti spesso faticano a convivere. Con lui perdiamo un amico sincero, le Acli e la città tutta una personalità in grado di favorire il superamento di una fase particolarmente difficile.  [Gianpaolo Rosso, presidente Arci  Como]

I funerali si svolgeranno il 29 settembre nel Duomo di Como alle 14,30.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: